Cotswolds, cosa vedere. I villaggi più romantici d’Inghilterra

The Cotswolds: cosa vedere nella campagna inglese più romantica?

Questa meta l’ho davvero desiderata. L’ho scoperta un po’ per caso, navigando su Instagram e me ne sono innamorata immediatamente.
cotswolds dove si trova

Foto di proprietà del sito cotswolds.com

 

Ma cosa sono le Cotswolds e dove si trovano?

Innanzitutto ci troviamo in Inghilterra, a circa 2 ore da Londra (verso ovest).

‘The Cotswolds’, sono una zona collinare di incredibile bellezza paesaggistica, tutelata anche dalle istituzioni inglesi e denominata AONB, ossia Area of Outstanding Natural Beauty.

Sono un luogo di pace, tranquillità e delizia per gli occhi e la mente. Immensi pascoli e prati, puntinati da villaggi che sembrano usciti da una fiaba dei Fratelli Grimm.

Molti sono toccati da piccoli fiumi, attraversati da ponti e tutti sono come un grande giardino colorato a cielo aperto, della cui bellezza possiamo godere tutti.

Andarci durante la primavera o l’autunno è l’ideale, ma anche l’inverno, magari sotto Natale, o l’estate, quando il tempo è un po’ più stabile e caldo, possono andare bene.

Insomma è un luogo visitabile all year round.

 The Cotswolds, cosa vedere (i paesi imperdibili)

cotswolds cosa vedere - stow on the wold

Molti si fermano in questa zona per un week end o addirittura la raggiungono in giornata (da Londra dista solo 2 ore).

Secondo me però non se ne coglie l’essenza a dovere, i ritmi lenti, i colori della natura ed i suoi sapori.

Decine di tearoom una più romantica dell’altra, per non parlare di alcuni ristoranti immersi nella campagna, i cottage dove soggiornare…insomma, io ci starei all’infinito!!

Come zona assomiglia molto alla nostra Val d’Orcia, solo con un pizzico di romanticismo in più.

Cominciamo quindi con i paesi che maggiormente caratterizzano le Cotswolds e che non potete perdere durante una vacanza in questa zona.

Bourton on the Water

E’ stata la nostra base d’appoggio per 3 notti (poi vi racconterò che posto romantico ho scelto…).

Il paese è tra i più turistici delle Cotswolds e specie alla mattina si riempie di comitive di cinesi/giapponesi/coreani (ancora non sono capace di distinguerli), mentre nel pomeriggio è tutto più tranquillo.

Qui, oltre a passeggiare lungo il piccolo corso d’acqua, attraversarne le rive con i piccoli ponti pedonali e scattare millemila foto, potete visitare il museo dell’automobile, entrare nella ‘bakery’ e deliziarvi il palato, soffermarvi davanti ad ogni piccolo giardino (e stupirvi di quanto sia perfetto seppur piccolo) e fare la foto di rito davanti ad una delle vetrine più british che trovate…insomma un sacco di cose!!

The Slaughters

Parlando di cosa vedere nelle Cotswolds, Lower Slaughter ed Upper Slaughter sono un must.

Sì, perchè sono un po’ la quintessenza di questa regione, e coi loro nomi simboleggiano la topografia del territorio, un alternarsi di colline e valli, di prati fioriti e pascoli.

La parte più bella per me è la Lower, con tutte le sue casette color miele in riva al fiume ma, se avete voglia, raggiungete anche la Upper, che dista solo un miglio.

Noi, visto il vento polare che spirava, abbiamo preferito arrivarci in auto, però c’è anche il percorso solo pedonale.

Snowshill

Questo luogo minuscolo non ha quasi nulla da offrire, se non una splendida chiesa con a fianco una cabina telefonica, ‘very old british style’, alcuni cottage estremamente tipici e dei campi di lavanda che, durante la stagione di fioritura (indicativamente metà luglio), rendono tutto ancora più magico.

Passateci, tanto è sulla strada per il prossimo meraviglioso villaggio 😉

Broadway

Spostandoci un po’ più a nord, arriviamo nel bel villaggio di Broadway, famoso per la sua torre, che però si trova spostata di qualche km rispetto al centro del paese.

A me questo paese è piaciuto molto. Si disloca tutto sulla via principale, su cui si affacciano uffici istituzionali, ristoranti, negozi di vario genere e hotel.

Gli edifici sono tutti nella classica honey stone che caratterizza questa zona. Tantissimi sono i glicini che adornano le loro facciate, peccato che non fossero ancora fioriti a dovere…

Appena fuori dal villaggio, andando verso la torre, incontrerete tanti pascoli (a fine aprile tantissimi agnellini di poche settimane!) e delle belle abitazioni con il tetto in paglia (tatched roof cottage), molto diffuse sia qui che in alcune zone dell’Irlanda e della Bretagna, in Francia.

A me affascinano sempre e le fotograferei tutte, obiettivamente però sono proprio belle!!

Per gli orari di visita alla torre potete cliccare sul seguente link e rimanere aggiornati.

Attenzione perchè gli orari possono variare a seconda delle condizioni meteorologiche: broadwaytower.co.uk/location

Bibury

Quando si dice Cotswolds si pensa subito a questo piccolo paese, considerato da molti il più bello d’Inghilterra.

In effetti non ci si può recare nelle Cotswolds senza vedere Bibury e la sua famosissima e super fotografata Arlington Row.

Alla fine poi il paese in sè non dice nulla di particolare.

Il bello è proprio questa stretta via, dove sono ancora presenti cottage del tardo 1300, nati come ovili e successivamente abitati da commercianti di lana.

Pensate che il numero 9 viene affittato ai turisti!! Trovar posto non sarà facile, ma volete mettere soggiornare in una location del genere????

Vi lascio il link per la prenotazione, così vi rendente conto anche dei prezzi (il cottage è di proprietà dell’organizzazione inglese per la tutela dei beni culturali): www.nationaltrust.org.uk/holidays/9-arlington-row-the-cotswolds

L’unica pecca è il forte afflusso turistico, specie durante la mattina. Per fortuna il cottage n.9 ha anche un giardino privato sul retro, altrimenti altro che vacanza romantica!!

Un altro punto interessante è quello dove sorge la Fish Farm fondata da Arthur Severn nel 1902. Si tratta di un allevamento di trote, con un bellissimo giardino ed un cafè dove rilassarsi. Di fronte lo Swan Hotel, la cui facciata ricoperta di piante rampicanti, abbellisce ulteriormente il contesto.

Castle Combe

castle combe cotswolds

Questo luogo è un paradiso.

Sarà che l’abbiamo visto col sole, sarà stata la poca gente, sarà che è stupendo di suo, io qui sarei rimasta ore, anche solo a contemplare la sua bellezza.

Il paese è davvero piccolo, giusto una via, una chiesa, una tearoom (stranamente aperta dopo le 17…) e forse un hotel, non ricordo bene.

Però mi ha davvero rapito il cuore. Se mi chiedete nelle Cotswolds, cosa vedere assolutamente, non ho dubbi: Castle Combe!

Lacock

A poca distanza dal villaggio precedente, anche Lacock per me merita uno stop.

Sicuramente molti lo conoscono per via di una scena del primo Harry Potter girata proprio qui (troverete anche la foto lungo la via), però a me è piaciuto anche per la sua tranquillità, forse perchè un po’ al di fuori degli itinerari più classici che si fanno nelle Cotswolds.

Notevole la sua abbazia, risalente al XIII secolo, ora di proprietà del National Trust, che lo tutela come bene nazionale.

La visita dell’abbazia è a pagamento ma, se volete solo accedere ai prati nei dintorni è comunque possibile tramite un cancello lungo la via che dal parcheggio porta all’ingresso dell’edificio.

Io me ne sono accorta per caso, perchè ho visto gente far footing al suo interno.

Attenzione alle tante cacche di pecore, che pascolano proprio nei dintorni.

Tutte le informazioni per la visita dell’abbazia le trovate qui: www.nationaltrust.org.uk/lacock-abbey-fox-talbot-museum-and-village

 

Ecco, questi sono i paesi più belli delle Cotswolds, quelli che ‘absolutely you have to not miss’.

A dire il vero di luoghi ne ho visti molti altri, ma questi sono quelli che mi hanno davvero colpito.

Se hai in mente un viaggio nelle Cotswolds, includi almeno uno dei suoi fantastici giardini (ci sono addirittura tour tematici di alcuni giorni organizzati da t.o. locali).

Io ho avuto la fortuna ed il tempo di vederne due, di cui ti lascio la mia esperienza.

La campagna inglese più bella: visita a Barnsley House

I giardini della campagna inglese. Visita ai Giardini Reali di Highgrove

Link utili per la programmazione del viaggio:

www.cotswolds.com

www.cotswoldsaonb.org.uk

 

 

 

 

 

 

 

2 Comments

  1. camilla corradini ha detto:

    Io ho un debole per l’Inghilterra, ci ho vissuto e ho visitato più città ma non ho mai fatto un giro come questo. Ho sempre detto che avrei dovuto farlo prima o poi e dopo aver letto il tuo articolo mi è venuta ancora più voglia. Sono adorabili questi posti!

    • Laura ha detto:

      Grazie mille Camilla per il tuo commento! Se ti è venuta ancora più voglia vuol dire che il mio articolo ha fatto il suo dovere! Io ripartirei domani per questi posti….da metà maggio a metà ottobre secondo me sono incantevoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »