I giardini della campagna inglese. Visita ai Giardini Reali di Highgrove

Recandomi nelle Cotswolds, questa splendida regione ad ovest di Londra, non potevo esimermi dalla visita di alcuni giardini.

Questa parte d’Inghilterra, specie a primavera, è una grande parco fiorito di struggente bellezza.

Tra i giardini della campagna inglese, occupano un posto speciale quelli della tenuta del Principe Carlo di Highgrove, a Tetbury.

E’ possibile visitarli solo in determinate date, aggiornate costantemente sul sito a questa pagina: Highgrove tickets for individual tours.

(Vi lascio anche l’indirizzo e-mail, in quanto ho notato che sono stati effettuati tour anche in date non scritte sul calendario online customerservices@highgroveshop.com)

Anche se il tempo meteorologico non è stato proprio il massimo, durante la visita alla tenuta ci ha accompagnati un timido sole…da non crederci visto che sarebbe dovuto piovere. Il bello dell’Inghilterra è proprio questo, mai fare programmi….o farli a prescindere!

Infatti i tours si svolgono comunque, a meno chè non ci siano gravi situazioni di disagio, ma gravi…tipo un’inondazione o un grosso allagamento del giardino.

Il Principe Carlo cura questa tenuta da oltre 35 anni, quando ancora il parco era come una grande tela bianca, ancora da dipingere.

i giardini della campagna inglese

Credit Jason Ingram

 

Grazie anche all’aiuto di giardinieri, ai consigli di architetti ed esperti, questi giardini della campagna inglese hanno piano piano preso forma, diventando un’oasi di bellezza, pace ed armonia.

Infatti, il Principe Carlo aveva un obiettivo,

ossia quello di rendere questo posto in grado di ‘to please the eye, warm the heart and feed the soul’, ossia piacere agli occhi, scaldare il cuore e nutrire l’anima.

Sono dell’avviso che sia riuscito perfettamente a raggiungere il suo scopo, specie tra metà maggio e fine giugno, quando tutte le maggiori fioriture sono al loro apice.

Ma anche qui, come nel giardino di Barnsley House, ogni momento è un ottimo momento.

Le piante ed i fiori sono di tantissime specie e le fioriture avvengono da marzo fino ad autunno inoltrato.

I giardini della campagna inglese. Visitare Highgrove

Orchard Room and Orchard (frutteto)

Questo luogo fu costruito nel 1998 per ospitare i meetings del Principe principalmente relativi alla beneficenza da lui effettuata tramite gli introiti delle visite al giardino.

Lo stile rispetta quello del luogo e sono stati utilizzati pilastri di pietra simili a quelli nella Piazza del Mercato di Tetbury.

Shand Gate

Consente l’ingresso al Cottage Garden.

Proviene da Jodhpur, in India e risale al XVIII secolo. E’ dedicata al fratello defunto della Duchessa di Cornovaglia.

Cottage Garden

Si divide in due parti, la vecchia e la nuova.

Ciò che caratterizza ‘the new part’, è il colore.

E’ tutto basato su toni del giallo, del rosa e del blu, riflettendo i colori delle sete tibetane. Potrete ammirare splendidi tulipani, piante a basso fusto ed altri tipi di fiori.

Inoltre sono presenti un leccio, un gelso nero ed un acero.

La parte vecchia, in parte disegnata da Rosemary Verey (vedi anche Barnsley House), mantiene un aspetto più tradizionale, diciamo che è più ‘british old style’. E’ un mix di piante erbacee, arbusti, alberi, con fioriture primaverili ed autunnali, garantendo una fioritura year-round.

Mediterranean Garden and Rose Pergola

Ridisegnato nel 2010, qui si possono ammirare piante quali rosmarino, lavanda, salvia ed altre piante aromatiche.

La Rosa Pergola, con la sua forma a T è stato un regalo per i 50 anni del Principe Carlo ed è ornata con piante rampicanti quali glicini, rose a caprifoglio.

Highgrove - Rose Pergola

Credit Andrew Butler

Incastonato nel muro, una scultura in pietra calcarea, rappresentante l’alto sacerdote troiano Laocoön. E’ una copia dell’originale, conservata nei Musei Vaticani di Roma.

Oak Pavillon

Qui ha ‘vissuto’ per oltre due secoli, un grande e maestoso cedro, purtroppo morto nel 2007.

Ora si può ammirare una splendida pagoda in quercia, coperto da una guglia. E’ molto particolare ed a mio avviso questo angolo trasmette una certa pace….forse perchè ricorda un po’ alcuni templi orientali.

Thyme Walk

Ciò che rimane del giardino originale è proprio questo viale, di siepi in tasso modellate a volte con geometrie eccentriche.

The Thyme Walk with Golden Yew Topiary, Highgrove Garden

The Thyme Walk with Golden Yew Topiary, Highgrove Garden

Al di sopra di esse, oltre 20 varietà di timo. Un luogo dove predomina il colore verde e dove si può trovare la giusta tranquillità ed il distacco dal caos che spesso ci circonda.

Terrace

Questo luogo è forse quello che mi è piaciuto di più. E’ assolutamente romantico, pieno di colore, anche vivace potrei dire.

E’ stato il primo giardino creato all’interno della tenuta e rispecchia in tutto e per tutto il gusto del Principe, combinato assieme a quello di Lady Salisbury, la più famosa garden designer d’Inghilterra.

Al centro della terrazza vi è una bassa fontana in pietra, la cui acqua scorre attraverso una macina. I due padiglioni agli angoli sono stati disegnati direttamente dal Principe, così come le piastrelle.

Dal 2010 sono stati piantati 4 olivi secolari provenienti dalla Spagna.

Sundial Garden

Disegnato originariamente da Lady Salisbury come un giardino di rose dai tenui colori, oggi è decisamente diverso in quanto prevalgono colori più audaci, quali blu, viola e rosa.

i giardini della campagna inglese

Credit Jason Ingram

Purtroppo la stagione era ancora indietro, ma questo luogo diventa veramente un arcobaleno!

Il giardino prende il nome dalla meridiana regalata dal defunto Duke of Beaufort.

Highgrove Façade

Questo è l’ingresso della casa. Non riesco a trovare parole più appropriate che delizioso. Perchè non è solo una facciata elegante, ma è fine ed armoniosa. E’ parzialmente ricoperta da rampicanti, che arrivano quasi al secondo piano. L’insieme lascia davvero senza parole.

Wildflower Meadow

A fianco della Thyme Walk, ma diviso da una sorta di cinta muraria, troverete questo enorme prato, colorato da fiori di campo. Durante la stagione invernale questa zona, che copre ben 4 acri di terreno, è utilizzato unicamente per far pascolare le pecore.

i giardini della campagna inglese - meadow highgrove

L’Azalea Walk, durante il mio tour non era ancora fiorita, purtroppo anche per la stagione tardiva di quest’anno (in Inghilterra ha nevicato anche verso fine marzo).

Una porta in pietra divide il cammino dall’Arboretum. Su di essa, un incisione in simboli egizi che tradotta significa: i fiori nel giardino sono il riflesso delle stelle nel cielo. Molto romantica.

Sulla sinistra della porta invece, vi è intagliata l’immagine di Tiggy, un Jack Russel Terrier a cui il Principe era molto affezionato.

Di fronte a questa porta, ne troverete un’altra, che conduce al

Kitchen Garden

Quando il Principe Carlo comprò questi giardini della campagna inglese, questo luogo quasi non aveva vita.

kitchen garden highgrove

 

Grazie sempre all’aiuto e alle capacità di Lady Salisbury, su questo acro di terreno ora sorge un giardino molto curato.

Mi hanno colpito il ‘meleto in galleria’, che mi sarebbe tanto piaciuto fotografare, anche se i frutti non erano ancora pronti.

Le siepi a due angoli opposti del giardino sono tagliate a croce, simboleggiando quella di S. Giorgio e quella di S. Andrea.

In quest’area vengono coltivate frutte e verdure, ma non mancano anche piante ornamentali ed una bella fontana esattamente al centro del giardino.

Non abbiamo visitato l’Arboretum ed il Sanctuary, mentre ci siamo recati nello

 

Stumpery

Nato inizialmente per raccogliere e far crescere felci ed altri alberi a basso fusto, attualmente ospita castagni e querce.

E’ un luogo che infonde molta pace e racchiude al suo interno diversi stili.

Particolari le sculture di due Ibis nel piccolo lago (in stile giapponese) e la casa sull’albero, ricoperta da un tetto di paglia.

Sempre in questa zona sono presenti un piccolo tempio in stile greco ed un altro, con al suo centro un bassorilievo in bronzo della Regina Elisabetta II.

La visita ormai volge al termine e devo dire che siamo stati davvero molto fortunati. Il sole, anche se tenue, ci ha accompagnati per tutta la visita, scaldando un pizzico l’aria. Un 30 aprile che sembrava un 30 marzo.

Un ultimo luogo che voglio menzionare, è il Lily Pool Garden.

giardini inglesi famosi lily pool garden highgrove

Credit Jason Ingram

i giardini della campagna inglese

…waiting for the original one…

Si trova alla fine della Thyme Walk ed è da qui che il fotografo ufficiale vi scatterà quella che poi diverrà la vostra foto ricordo, sempre che la vogliate.

E’ uno dei luoghi più belli di tutto il giardino, peccato che la stagione non avesse fatto fiorire tutto a dovere…che dire…sarà per la prossima occasione.

Alla fine della visita alla tenuta, potete fermarvi nello shop ed acquistare un souvenir o un prodotto proveniente direttamente da Highgrove, dove tutto viene coltivato in modo biologico e sostenibile.

 

a tea at Highgrove, Prince of Wales

Credit Niels van Gijn

Si può anche decidere, a seconda del l’orario del proprio tour, di pranzare o fermarsi per il thè del pomeriggio.

Tutti i proventi delle visite e degli acquisti effettuati all’interno del giardino del Principe Carlo, vengono devoluti in beneficenza, tramite la ‘The Prince of Wales’s Charity Foundation’ fondata da lui nel 1979.

Sono rimasta davvero impressionata dalla bellezza di questo luogo. Amo i giardini ed amo moltissimo le fioriture. L’unico rammarico è stato quello di non poter godere al massimo dei colori della primavera, in uno dei giardini della campagna inglese più belli.

All’interno del giardino non è possibile scattare fotografie.

Quelle che vedete allegate all’articolo sono state fornite direttamente dalla tenuta di Highgrove, la quale ne è proprietaria.

Link ufficiale della tenuta:

www.highgrovegardens.com

 

Se anche tu come me sei un/una ‘garden lovers’ perché non leggi la mia esperienza a Barnsley House?

La trovi qui:

La campagna inglese più bella: visita a Barnsley House

Se hai più giorni a disposizione, non perderti il meglio della campagna inglese! Ne parlo qui:

Cotswolds, cosa vedere. I villaggi più romantici d’Inghilterra

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »