Verona centro, cosa vedere in un giorno. Itinerari a piedi

Verona, seconda città veneta per grandezza ed importanza, ha un centro di dimensioni contenute, facilmente visitabile in una giornata.

Erano parecchi anni che non tornavo nella città scaligera e, volendo visitarla per bene, ho spulciato la rete alla ricerca delle cose assolutamente da vedere a Verona, per cercare di non perdermi nulla di importante.

Mi ero preparata 2 itinerari da fare a piedi nel suo centro storico, andando a toccare i luoghi di maggiore interesse.

Partiamo con ordine e tocchiamo subito un punto fondamentale:

dove parcheggiare a Verona vicino al centro storico?

Nei parcheggi a pagamento, ovvio!

Già, ho telefonato pure ai vigili per sapere se c’erano zone gratuite dove parcheggiare, che però fossero ben collegate al centro da autobus o navette, ma nulla di fatto.

A Verona il parcheggio si paga e pure salato.

I parcheggi più comodi sono il Cittadella e l’Arena, entrambi pagabili anche con Telepass.

Il costo giornaliero varia a seconda del parcheggio, da 14 a 18 eur giornalieri.

Le zone limitrofe hanno tutte le strisce blu e nemmeno la domenica è possibile lasciare l’auto gratuitamente.

Ci sono comunque parcheggi free, anche se distanti. Vi lascio il seguente link, così valutate quello che fa per voi:

Comune di Verona, parcheggi

cosa vedere a Verona in un giorno

itinerario n. 1 – da Piazza Bra a Ponte Pietra, passando per la Veronetta

Cominciamo il nostro percorso passando i Portoni di Brà arrivando nell’elegante Piazza Brà sede anche della meravigliosa Arena. Costruita probabilmente nella prima meta del I secolo d.C., è il simbolo di Verona e tappa imprescindibile per chi la visita la prima volta.

L’ingresso ha il costo di € 10,00 per adulto, ridotto € 7,50. Interessante sapere che, la prima domenica del mese, da ottobre a maggio, l’ingresso ha il costo simbolico di € 1,00 a persona.

Proseguendo per Via Mazzini e poi voltando per via Cappello, passerete davanti alla casa di Giulietta, il cui balcone al momento è coperto per restauro.

Continuate per la via e passate Ponte Navi e sarete arrivati nel quartiere della Veronetta.

Avevo letto di come fosse un luogo particolare, quasi fuori dal tempo ma, sinceramente non ho respirato questa atmosfera.

Le stradine sono strette e molto graziose, con palazzi colorati, alcuni in stile veneziano. Vicoletto Corticella Vetri, che mi era stato segnalato come posto suggestivo, non mi ha detto gran chè.

Forse per il fatto che il glicine non era fiorito e forse perchè avevo grandi aspettative, fatto sta che non so se ci tornerei, almeno non tornerei in Corticella Vetri, perchè il quartiere è comunque molto gradevole.

Se avete voglia, ma soprattutto tempo, a poca distanza si trova il Giardino Giusti con il palazzo omonimo. E’ un giardino privato, pertanto l’ingresso è a pagamento, ma essendo terrazzato offre uno dei panorami più belli su Verona ed il giardino stesso è davvero superlativo.

E’ aperto tutto l’anno, ma è in primavera ed autunno che dà il meglio di sè.

Il sito è in manutenzione. Ho trovato solo alcune informazioni a quest’altro link —>www.giardinogiusti.com

mentre prezzi ed orari li ho trovati qui –> Verona Turismo, Giardino Giusti

Passate nuovamente l’Adige ed andate in direzione di Castel S. Pietro. Proprio a ridosso del fiume, prendete via Sottoriva, una delle più antiche di Verona. Sarete fuori dai clamori del centro storico, un luogo che pochi conoscono, dove difficilmente capiti per sbaglio.

Sotto il portico, sostenuto parzialmente da antiche travi in legno, troverete alcuni ristoranti ed osterie. Qui sì che ci si sente fuori dal tempo! Infatti via Sottoriva è uno spaccato della Verona medievale, di ciò che un tempo dovevano essere alcune strade cittadine.

Questa via mi è piaciuta davvero tanto così come tutta la zona nei dintorni di Ponte Pietra, che già di suo è una bellezza.

ponte pietra verona

Si tratta di un ponte pedonale, risalente all’epoca romana. Più volte ristrutturato perchè parzialmente distrutto da piene e guerre (anche durante la seconda guerra mondiale), permette una vista stupenda su questa parte della città e su Castel San Pietro.

Vi consiglio di salire verso tale castello, a piedi o per mezzo della funicolare, perchè la fatica sarà ripagata dall’incredibile visuale a 360° su Verona.

itinerario n. 2 – da Ponte Pietra a Castelvecchio passando per il centro e Piazza delle Erbe

Una volta scesi da Castel S. Pietro ci siamo re-immessi in centro, affiancando il Duomo e camminando sull’omonima via. All’altezza della chiesa di S. Anastasia abbiamo imboccato via S. Anastasia, molto bella, che ci ha condotti nel cuore storico di Verona, ossia Piazza delle Erbe.

Occupa il sito dell’antico foro romano ed è sede del mercato giornaliero.

Le Case Mazzanti, con i loro affreschi cinquecenteschi sono stupende, ma tutto il contesto è di estrema bellezza. Le Arche Scaligere si trovano nel Piazzaletto delle Arche e sono uno degli angoli più suggestivi della città.

case mazzanti verona

Sempre in zona si trova la Loggia del Consiglio, Piazza dei Signori ed il Palazzo della Ragione. Insomma un concentrato di meraviglie storiche e culturali.

Proseguendo lungo Corsa P.ta dei Borsari e prendendo poi C.so Cavour, si arriva all’antico complesso di Castelvecchio.

Risalente alla metà del XIV sec. è una costruzione imponente con torri e merli.

castelvecchio verona

Consta di due parti distinte, divise dal ponte merlato: quella a destra, con torri agli angoli, cinge il cortile, mentre quella a sinistra era la reggia vera e propria, voluta da Cangrande II della Scala come sua dimora. Oggi al suo interno è ospitato il Museo civico dell’Arte.

Alle spalle di Castelvecchio, il Ponte Scaligero, ricostruito dopo la II Guerra Mondiale, collega le due rive dell’Adige.

Questa zona non è distante dalla Basilica di S. Zeno che, assieme all’Arena, è il più celebre monumento di Verona.

In stile romanico, risale in principio al IX sec. d.C., ma fu interamente ricostruita tra il XII ed il XIII sec. a causa di un forte terremoto. Di grande impatto, oltre la portale, la porta con 24 formelle in bronzo, risalenti al XII sec.

dove mangiare a Verona o fare un aperitivo

Abbiamo mangiato una buona pizza napoletana sotto i portici di via Sottoriva, al Boccondivino. E’ anche ristorante, ma aveva prezzi un po’ alti rispetto ad altri.

Avevo adocchiato l’Osteria Sottoriva, poco più avanti. Ha un ambiente più rustico e prezzi buoni, ma ho letto pareri discordanti in merito.

La Trattoria l’Altra Colonna invece è specializzata in cotolette. Già con una piccola ci potete mangiare in due, se non avete troppa fame! Unico neo, alla sera fanno i turni e questo un po’ disturba.

Per uno spuntino pomeridiano o un aperitivo, andate lungo Via Ponte Pietra (tra l’altro molto graziosa) e fermatevi alla Salumeria Gironda.

Non sono un bar, come dice il nome, ma vi possono tagliare dell’ottimo affettato da gustare con pane fresco sulla loro terrazza vista Ponte Pietra. E’ davvero meraviglioso!

Per chi cerca un posto più tradizionale, proprio a fianco si trova la Terrazza Bar al Ponte, riscaldata durante la stagione invernale.

come arrivare a Verona

arena verona by night

In auto tramite autostrada A22 del Brennero, uscita Verona Nord.

In aereo, Ryanair collega la città a Cagliari e Palermo.

Volotea invece, vola su Napoli, Catania, Alghero, Olbia, Cagliari, Bari, Brindisi e Lampedusa.

In treno, il vettore Italo collega a Verona le città di Brescia, Bologna, Firenze, Roma e Napoli.

Per l’acquisto del biglietto del treno potete usare anche la piattaforma Trainline, che è in grado di trovare e vagliare le soluzioni migliori per le vostre esigenze.

Per chi arrivasse in treno o aereo e decidesse di passare alcuni giorni a Verona, consiglio il noleggio di un mezzo.

Io mi rivolgo sempre a Rentalcars e non posso che consigliarla.

i dintorni di Verona, cosa vedere

Verona è in una posizione meravigliosa, perchè nei dintorni potete trovare millemila cose da fare.

Innanzitutto è vicino al lago di Garda, specie alle località meridionali, come Lazise e Bardolino o Punta San Vigilio, ma sarà comodo arrivare anche più a nord, fino alla splendida Malcesine.

Poi non dimentichiamo il bellissimo Parco Sigurtà che, principalmente in primavera ed autunno, è superlativo.

Anche piccoli borghi come Borghetto s/Mincio valgono una gita fuori porta, per il fascino che trasmettono.

Per chi ama le terme, si può recare a Colà, a Villa dei Cedri, oppure a Sirmione.

Per chi ama il divertimento, parchi a tema come Gardaland e Movieland sono ad un tiro di schioppo.

Insomma, ci sarebbe da fare per settimane!

 

link utili

Tourism Verona e provincia

Verona Turismo, sito del Comune

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »