Baia delle Sirene e Punta San Vigilio: a ‘charming place’ sul Lago di Garda

Punta San Vigilio, sul Lago di Garda, è un piccolo lembo di terra che si protende nelle acque per pochi metri.

Il suo nome deriva da quello di un monaco vissuto qui prima dell’anno 1000 dc.

La località si trova subito dopo Garda e ci si arriva prendendo le indicazione per il Parco Baia delle Sirene.  E’ un posto stupendo, (l’ingresso è a pagamento), immerso in ulivi secolari e dolci pendii. La spiaggia di ciottoli su cui si affaccia, permette una buona balneazione purchè muniti di scarpette da scoglio.

In acqua alcuni ‘materassoni’ da cui fare tuffi, cigni curiosi e grossi pescioloni da inseguire.
Il parco è molto ben attrezzato per le famiglie e per tutti coloro che vogliono passare una giornata all’aria aperta con tutte le comodità.
Inclusi nel prezzo d’ingresso che quest’anno è di 12€ per adulto e 6€ per bimbi dai 3 ai 12 anni, ci sono il parcheggio, lettini e sdraio, utilizzo di tavoli da ping-pong, uno spazio giochi riservato ai bambini fino a 10 anni, che saranno seguiti da animatori e personale specializzato, utilizzo del campo da pallavolo. Inoltre sono presenti molti tavoli per pic-nic e 2 punti di ristoro.

I prezzi d’ingresso variano in funzione della stagione e dell’orario d’entrata. Qui il link aggiornato.
Fuori dalla stagione d’apertura, eccetto il periodo di raccolta delle olive, l’ingresso è gratuito.
Andando oltre l’ingresso alla Baia delle Sirene (il parcheggio è comune quindi prima dovrete lasciare l’auto dove il posteggiatore vi dirà), continuerete ancora per alcuni metri lungo il viale alberato, chiamato Viale dei Cipressi, che affianca il parco. Arrivati in fondo allo stradello, dove oltre un elegante cancello si trova la villa cinquecentesca del Sanmicheli, andate a sinistra e continuate sul sentiero di ciottoli, lungo il quale si affacciano enormi e colorati oleandri.

Sarà come un piccolo tuffo nel passato. Le mura di sasso, i suoi merli  ricoperti d’edera, un tronco secolare, ed una piccola piazzetta all’ombra del grande albero.

In alto, sotto i tetti, tanti nidi di rondini ed a sinistra uscendo sul lago, un bar di charme (detto bar-taverna) dove gustare un aperitivo al tramonto, con un piccolo approdo per i motoscafi.

Dalla piazzetta accederete anche al ristorante ed hotel Locanda San Vigilio, un luogo di estremo fascino e romanticismo, dove trascorrere un week end rigorosamente a due. Ricordo che tale albergo è tra i più antichi d’Italia.

Ma se siete in 3 o anche più, prendete l’auto e fate quei 30 minuti che vi separano da Malcesine e fermatevi a cena allo Speck&Stube!

Ne parlo proprio qui!

Dove si trovano Punta San Virgilio ed il parco Baia delle Sirene

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *