Siena, cosa visitare in un giorno

Siena, cosa visitare in questa città, fra le più belle di tutta la Toscana?

Il suo centro di dimensioni contenute, può essere visto anche in una giornata, la sua cucina saporita invoglia a fermarsi in una delle sue tante trattorie.

Siena è una città viva, dove passeggiare è un vero piacere, specie nelle zone completamente pedonali.

Quali sono però i suoi ‘must see’? Vediamoli insieme.

Siena, cosa visitare (anche in un solo giorno)

Abbiamo parcheggiato gratuitamente in Viale Don Minzoni ed in 10 minuti a piedi siamo arrivati in centro.

Ci siamo recati subito in Piazza del Campo, luogo storico di ritrovo ed icona della città.

Un tempo zona paludosa e decentrata, utilizzata principalmente per fiere e mercati, oggi la conosciamo per il Palio, la competizione fra le contrade di Siena, che si svolge attraverso una corsa di cavalli. Si tiene ogni anno in estate, il 2 luglio ed il 16 agosto.

Sulla Piazza già dal XIV secolo si svolgevano parecchie manifestazioni, tra cui anche il Palio, ma le date di luglio ed agosto sono state fissate in tempi più recenti: nel XVII secolo la prima, nella seconda metà del XVIII secolo la seconda.

Da notare la Fonte Gaia, la fontana per eccellenza di Siena, capolavoro del ‘400 posta in zona praticamente centrale, alla base della grande piazza a conchiglia.

Guardando la fonte, sulla vostra destra la cosiddetta ‘curva San Martino’, comprendente diversi palazzi storici di grande bellezza.

Tra le cose da vedere a Siena, sicuramente Palazzo Pubblico e la Torre dei Mangia.

siena cosa vedereIl primo costruito all’inizio del 1300, ricopre da sempre il ruolo di ‘palazzo comunale’ ed è nato inizialmente per ospitare i 9 Signori che governavano la Repubblica di Siena. Tanti sono gli oggetti d’arte conservati al suo interno, in quanto anche Museo Civico della città.

Da vedere, tra le tante cose: la Cappella di Piazza, la Sala delle Lupe e la Loggia dei Nove.

Orari e biglietti:

dal 1° novembre al 15 marzo dalle ore 10 alle 18

dal 16 marzo al 31 ottobre dalle ore 10 alle 19

In corrispondenza dei giorni del palio, ci possono essere variazioni di orari. Vi consiglio di telefonare al n. 0577/292614-5 o scrivere a: ticket@comune.siena.it

I costi d’ingresso sono di € 9,00 per persona, ridotti ad 8,00 con prenotazione.

Per ragazzi dagli 11 ai 19 anni, over65, studenti universitari, gruppi superiori a 15 persone e militari, € 8,00, ridotto a 7,50 con prenotazione.

Riduzioni per famiglie.

Free l’ingresso per i minori di 11 anni ed i portatori di handicap, oltre che per i residenti e le scolaresche.

La Torre dei Mangia è una snella costruzione in mattoni e marmo travertino, alta fino a 102 m, se consideriamo il parafulmine. Fu ultimata nel 1348 ed era simbolo di potere. Il suo nome deriva da quello di Giovanni Balduccio, battitore delle ore, dal 1348 al 1360.

Il suo appetito culinario ed anche pecuniario (si dice che fosse un po’ mani bucate), fece sì che gli si affibbiasse il soprannome del ‘mangia’ o ‘magiaguadagni’.

Salire sulla torre (circa 40 min) costa € 10,00, free per i minori di 11 anni.

Vi sono biglietti cumulativi con la visita di altri musei della città e per le famiglie.

Maggiori informazioni a questo sito: www.comune.siena.it/Torre-del-Mangia

Una chicca: volete mangiare un buon panino alla porchetta e nel frattempo vedere Piazza del Campo da un’altra prospettiva?

Andate alla Salumeria il Cencio e salite le ripide scale a chiocciola. Vi troverete in una specie di sottotetto collegato ad un balcone. Da lì avrete una bella visione d’insieme sulla meravigliosa Piazza del Palio.

Continuiamo la nostra visita di Siena e, cosa visitare se non il suo famoso ed imponente Duomo?

siena duomo

I suoi interni sono assolutamente incredibili, con il bianco/nero delle colonne marmoree, il pulpito del Pisano ed i meravigliosi pavimenti.

Appena entrerete non potrete fare a meno di rimanere a bocca aperta. Restaurati di recente, per fortuna non sono calpestabili. Sono stati creati in epoche diverse, indicativamente tra il XIV ed il XVI secolo. Anche gli artisti sono differenti.

Ciò che però ha attirato maggiormente la mia attenzione è la Libreria Piccolomini, un piccolo grande capolavoro del Pinturicchio (aiutato anche da altri), risalente ai primi anni del ‘500. Gli affreschi ritraggono la biografia di Papa Pio II, con 10 dipinti a muro ed un soffitto a grottesche finemente decorato. I colori sono vividi e sgargianti e le figure paiono tridimensionali.

Sono rimasta senza fiato, la bellezza che trasuda da quei muri non è descrivibile a parole. Per questo vi lascio anche un video.

Lungo il perimetro della stanza, diverse teche conservano manoscritti dal valore inestimabile, di proprietà di Papa Pio II, zio del committente della libreria, il Cardinale Francesco Piccolomini Todeschini (poi Papa Pio III).

La Libreria Piccolomini si trova nell’ala sinistra della Cattedrale e l’ingresso è ben visibile, grazie ad un altro affresco, sempre del Pinturicchio, che ritrae l’incoronazione di Pio III.

I capolavori contenuti nel Duomo sono tanti e splendidi. Sicuramente il complesso religioso più importante da vedere a Siena.

L’ingresso alla Cattedrale, del costo di € 5,00, comprende anche la Libreria. Sicuramente conviene acquistare il biglietto cumulativo, al costo di € 15,00, che comprende anche la visita al Battistero ed alla Cripta, oltre che permettere di salire sulla terrazza panoramica del cosiddetto ‘facciatone’ o Duomo Nuovo, per godere di una vista senza pari sulla città di Siena.

Tutte le informazioni dettagliate direttamente sul sito operaduomo.siena.it/it/visita

Se avete più di un giorno a disposizione, a Siena cose da visitare ce ne sono ancora parecchie.

Io purtroppo mi sono fermata poco, ma su questo sito troverete davvero tanti spunti ed approfondimenti: www.sienaguidavirtuale.it

Vi fermate 3/4 giorni? Non perdetevi il meglio della Val d’Orcia, un luogo incantevole, bello in ogni stagione dell’anno. Ne parlo qui:

Itinerario in Val d’Orcia. Quali i paesi da visitare

come arrivare a Siena ed in Val d’Orcia

L’aeroporto più vicino è quello di Firenze, ma non è ben servito per chi vuole raggiungere questi luoghi dall’Italia. Dalla Spagna vola Vueling.

Volando su Pisa invece, troverete voli convenienti sul sito di Ryanair, che collega alla Toscana: Puglia, Sicilia, Sardegna e Calabria. L’aeroporto dista circa 1h e 40 da Siena.

Per chi proviene dall’estero, anche Volotea e Easyjet volano su Pisa.

 

Link utili per l’organizzazione della visita della città di Siena:

www.enjoysiena.it

 

 

 

 

 

 

 

 

 

2 Comments

  1. Annalisa ha detto:

    Noooo sono andata diverse volta a Siena ma non ero a conoscenza di questo balcone della Salumeria il Cencio!!! Vorrà dire che tornerò ancora, anche solo per salire su quelle scale a chiocciola e godermi una nuova visuale su Piazza del Palio.

    • Laura ha detto:

      Non si finisce mai di conoscere i luoghi…anche nella mia città ci sono cose che ancora non ho visto o conosco superficialmente…comunque la Toscana è sempre una buona idea, troverai sicuramente il modo di tornarci!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »