Nei dintorni di Monaco di Baviera, ci sono parecchie località da visitare ed alcune esperienze da fare.

Me ne sono accorta durante il mio secondo viaggio nella capitale bavarese, avvenuto a cavallo della fine dell’anno.

I mercatini erano ormai finiti, alcune luminarie spente, ma Monaco rimane sempre una città affascinante, elegante ed effervescente. Se poi si vuole spaziare nei suoi dintorni, non si ha che l’imbarazzo della scelta e le giornate a disposizione si riempiranno in fretta.

Dintorni di Monaco di Baviera: 6 luoghi da vedere

Il centro di Monaco non è molto grande pertanto, se come me già ci siete stati, una giornata è sufficiente per approfondirne la visita. Di conseguenza, cosa vedere nei dintorni di Monaco di Baviera con più giorni a disposizione? Di seguito la mia personale lista, che include anche qualche chicca che spero riesca a sorprendervi 🙂

1) Visita al paese di Bad Tölz

Questa graziosa località termale si trova nei dintorni di Monaco di Baviera e più precisamente a sud. La raggiungerete al massimo in un’ora d’auto. L’ideale sarebbe stato visitarla durante l’avvento, con le bancarelle del suo mercatino di Natale a pieno regime, ed invece, anche se presenti, erano già tutte chiuse, eccetto quelle gastronomiche.

La via che le ospita è la Markstraße, il cuore pulsante della cittadina. Su questa strada, larga e completamente pedonale, si affacciano edifici di ogni colore, alcuni dei quali dipinti con affreschi a tema religioso (come già avevo notato ad Oberammergau). Troverete negozi tipici, ma anche qualche supermercato.

Il bello di andare dopo il Natale è che molti posti già applicano ottimi sconti, quindi potreste fare buoni affari. A Bad Tölz ci siamo fermati anche in una pasticceria super, dove mi sono deliziata il palato con un loro dolce tipico, guarnito con panna montata. Vi consiglio di farvi anche voi una sosta, anche perchè, se andrete in inverno, le temperature non saranno poi così clementi e sedervi in un luogo caldo potrà solo farvi piacere 😉

Il parcheggio, ai margini del centro, dalle 14 del sabato pomeriggio è gratuito. Altrimenti il costo è di € 1/h.

2) Visita al birrificio più antico del mondo a Freising

Sempre vicino a di Monaco di Baviera, ma stavolta andando verso nord, si trova il paese di Freising. Qui potrete visitare il birrificio Weihenstephan, nato come monastero ed in essere da quasi 1000 anni!

Il monastero benedettino fu fondato da San Corbiniano, nel 725 d.C.. Ulteriori documentazioni confermano che nei pressi dell’edificio ci fosse un campo coltivato a luppolo. La trasformazione a birreria non fu immediata in quanto il monastero fu anche distrutto nei secoli successivi. Da ciò che si evince dal sito ufficiale della birreria, la produzione di birra comincia nell’anno 1040.

Purtroppo questo luogo era chiuso per ferie durante il periodo in cui sono andata io. In un’altra occasione però mi piacerebbe molto partecipare ad uno dei tour guidati all’interno della loro fabbrica, cominciando con le ‘Origini della Birra’, passando per l’evoluzione della sua produzione fino ai giorni nostri e terminando con una degustazione delle loro birre più rinomate.

A questa pagina prezzi ed informazioni per la visita: www.weihenstephaner.de/en/brewery-tour/

Attenzione perchè la prenotazione è obbligatoria ed i tour si tengono solo nei giorni di lunedì, martedì e mercoledì.

Già che ci siete, vale la pena fare un passeggiata a Freising, che mi risulta essere un paese molto carino.

3) Un giornata alla terme più grandi del mondo

I dintorni di Monaco di Baviera sembrano proprio da Guinnes dei Primati! Ad Erding, circa 30 km ad est della città, si trova un centro termale dove, se avete figli, farete fatica a non andare. Si compone di vasche interne ed esterne (con accesso dall’interno), una zona coperta con diversi scivoli, alcuni dei quali davvero adrenalinici, una piscina con onde artificiali, una serpentina esterna con corrente e vortici che ti trasportano, varie zone idromassaggio, percorso Kneipp, grotta di sale, millemila saune differenti…e poi cos’altro?…

Nemmeno da dire che i nostri ragazzi si siano divertiti come matti, ma.. c’è un ma.

Tanta, troppa gente. Certo, lo sapevamo, ma lo voglio sottolineare. Se non siete amanti della ressa, evitate l’alta stagione invernale, evitate i week end e le feste bavaresi. Andate fuori dai periodi canonici oppure andate in estate. Con anche tutto il parco esterno sicuramente la gente si diluisce e percepirete meno la confusione.

Interessante dire che all’interno non ci sono solo lettini e sdrai, ma anche tende con divani e chiusura lampo che si possono prenotare con supplemento. E’ possibile anche pernottare nell’hotel delle terme e prenotare trattamenti estetici. Il costo: attualmente è di € 35,00 a persona per tutto il giorno (ragazzi compresi), ma si può scegliere anche un ingresso ridotto per 2 o 4 ore, al costo attuale di € 19,00 e € 25,00.

Per i giorni festivi, il sabato e festività locali vi sarà un supplemento di €4,00 a persona. I bambini fino a 3 anni non pagano.

www.therme-erding.de

4) Visita al paese di Erding

Se deciderete di passare una giornata alle terme vi consiglio anche la visita del piccolo paese di Erding. Anch’esso molto colorato, con case dalle architetture particolari ed un’elegante porta d’accesso al paese. Mentre studiavo i dintorni di Monaco di Baviera da vedere in inverno, mi era caduto l’occhio su un’altra birreria storica con hotel annesso che si trova proprio in centro al paese: la Erdinger Weissbräu.

130 anni di esperienza nella produzione della birra Weiss, possibilità di prenotazione di tour con degustazione, di soggiorno nel loro hotel ‘molto bavarese’ e di mangiare in una birreria davvero tipica. Purtroppo, essendo in 9 e non avendo fatto piani precisi, non mi è stato possibile organizzare una serata nel loro locale, ma ne varrebbe davvero la pena.

Fate attenzione perchè la fabbrica si trova fuori dal centro, mentre hotel, ristorante e birreria si trovano proprio sulla strada principale del centro di Erding.

Link al sito: www.hotels-erdinger-erding.de/brewery-restaurant

Link per visite e degustazioni: de.erdinger.de/brauerei/brauereifuehrung

5) Visita al campo di concentramento di Dachau

Questa deviazione era in programma, ma sia mio marito che mio figlio, oltre agli amici che ci accompagnavano, non avevano voglia di venire in questo luogo, ancora e sempre contenitore di dolore e vergogna per tutta l’umanità. Onestamente penso che le generazioni future abbiano il dovere di vedere con i loro occhi questi posti del terrore, per portare avanti la memoria, ma sono sempre più dubbiosa sul fatto che ci si riesca davvero.

Noi per il momento abbiamo visitato il Campo di Fossoli (Mo) ed il Museo del Deportato, che si trovano nei dintorni di Modena, e dei quali ho parlato con questo articolo:

Campo di Fossoli, Carpi – Visita ed informazioni

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "OK Accetta" nel banner"

Sicuramente però, porterò mio figlio in visita ad un campo di concentramento in Germania o in Polonia, sempre che non ci vada con la scuola. So già che io ne uscirò distrutta.

La visita al campo di Dachau, che si trova nei dintorni di Monaco di Baviera, a circa una ventina di km verso nord, è gratuita e si può prenotare una visita guidata anche in lingua italiana. Io ho scritto alcune mail ai suoi uffici, prima di decidere di non andare. Onestamente nessuno mi ha mai risposto.

Vi lascio comunque i riferimenti. In alternativa, l’ufficio del turismo di Monaco, in Marienplatz, a fianco del Neu Rathaus, sicuramente saprà fornire informazioni approfondite.

www.kz-gedenkstaette-dachau.de/visite-guidate-per-visitatori-individuali

Orari di apertura e riferimenti telefonici

6) Visita alla bella Ratisbona

Quando i miei amici mi hanno chiesto, cosa visitare vicino a di Monaco di Baviera, qualcosa che non fosse troppo distante, la risposta è stata immediata: Ratisbona! Ad est della città, a circa un’ora d’auto, Ratisbona, o Regensburg in tedesco, è praticamente una tappa imprescindibile. Il suo centro storico, patrimonio Unesco dal 2006 è un intrico di viuzze strette, acciottolate e pedonali.

Anche in questo caso tanti sono gli edifici colorati così come i negozi tradizionali, che vendono articoli belli, non dozzinali e spesso in pezzi unici. E’ attraversata da ben due fiumi, il Regen ed il Danubio. Se all’andata l’abbiamo raggiunta percorrendo un ponte moderno in ferro, con millemila lucchetti a forma di cuore, al ritorno non potevamo mancare di percorrere lo Steinerne Brücke, ossia il ponte in pietra  che attraversa il Danubio per oltre 300 m.

Risale al XII secolo. Da vedere anche il Duomo, dedicato a San Pietro, e l’Altes Rathaus, ossia il vecchio Municipio.

La città è inoltre famosa per la firma del ‘Trattato di Ratisbona’ avvenuta qui nel 1684, tra il re di Francia Luigi XIV, l’Imperatore del Sacro Romano Impero Leopoldo I ed il re di Spagna, Carlo II, per sancire una tregua fra le potenze dell’epoca, sempre in lotta fra loro per strapparsi territori a vicenda.

Vi aggiungo un ulteriore idea, se siete amanti della birra. Sempre nei dintorni di Monaco, forse più prima periferia, abbiamo trovato una specie di emporio dove si vendono birra e liquori all’ingrosso ed al dettaglio, con prezzi migliori che in negozio. Si chiama GetränkeCity XXL e ce ne sono parecchi sparsi fra Monaco città e dintorni.

Questo è quello in cui siamo stati noi: www.getraenkeservice.de/location/getraenke-city-xxl-ost/

Secondo me vale la pena fermarsi perchè si trovano davvero tantissime marche e non tutte sono presenti nei nostri supermercati. Potrete acquistare anche le cassettine, magari per fare un regalo ‘molto tedesco’ ad amici e parenti che gradiscono la birra.

Siamo arrivati al termine di questo articolo, che spero abbia soddisfatto le vostre ricerche. Naturalmente, vicino a Monaco di Baviera, ci sarebbero tantissime altre cose da fare e vedere, specie con la bella stagione, però mi pare di avervi dato buoni suggerimenti per tenervi impegnati diversi giorni, anche in inverno.

Se invece avete voglia di vedere altro ed avete più tempo a disposizione, se non vi disturba allontanarvi un po’ di più, perchè non visitate i castelli di Ludwig? Con la neve sono letteralmente una favola!

I castelli della Baviera in auto. Consigli per la visita

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "OK Accetta" nel banner"

Se invece volete qualche consiglio sulla visita di Monaco di Baviera, trovate l’articolo qui sotto, tra i suggerimenti 🙂

 

3 Comments

  1. Andrea ha detto:

    Una zona bellissima, vorrei andarci anch’io con la famiglia… Penso che una settimana passi senza annoiarsi!

  2. Andrea ha detto:

    Grazie e altrettanto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »

Viaggiare con Laura cookie funzionali e di terze parti per il suo funzionamento. Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. clicca qui per sapere quali cookie usiamo

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi