Questo articolo fa parte di un itinerario in Europa, leggi anche:

Legoland è sicuramente il parco divertimento più famoso della Germania, almeno per noi italiani.

Ad appena 5 ore d’auto dal nord Italia, si presta perfettamente per impegnare un ponte primaverile in compagnia dei nostri figli.
Viaggiare con bambini per parchi divertimento penso che sia una delle vacanze più belle e gratificanti per un genitore.

Ho partecipato a questo viaggio itinerante in Germania visitando i suoi maggiori parchi divertimento, quali Legoland a Günzubrg, Playmobil Funpark a Zindorf (Norimberga), con l’aggiunta dello zoo di Stoccarda ed il suo splendido giardino botanico. Mi manca l’Europa Park di Rust che forse un giorno farò.

Itinerario di viaggio Italia-Germania con bambini

La prima tappa è stata Seefeld.
E’ un piccolo paesino adagiato in una valle tra le Alpi Austriache. Arrivarci è molto semplice e comodo, visto la vicinanza con l’autostrada. Inoltre si trova a soli 20 km da Innsbruck.
E’ una meta molto rinomata ed apprezzata dal turismo italiano oltre che dagli amanti degli sport invernali.
Qui potrete trovare ben 4 aree sciistiche collegate fra loro. Seefeld è piu’ volte stata sede delle Olimpiadi invernali, del Campionato di Sci Nordico, fino al 200,8 dove qui si è tenuta la Coppa Mondiale FIS Nordic Combined.

 Tanti sono anche i sentieri da percorrere nei boschi circostanti, e lunghe le camminate intorno al lago. Interessante anche il centro termale pubblico, col quale sono convenzionati molti alberghi del paese.

Noi, con dei bimbi al seguito, ci siamo limitati a fare una bella passeggiata per le vie del paese, dove le casette dipinte e piene di fiori erano di un romanticismo estremo, e poi ci siamo recati nel bosco adiacente, alla ricerca degli scoiattoli.

Al contrario di quelli londinesi, questi sono molto schivi e nemmeno troppo numerosi. I bimbi si litigavano quei pochi con noci e nocciole….erano quasi piu’ affabili gli uccellini, che addirittura beccavano il pane dalle mani dei bambini!

Dove si trova Legoland in Germania? A Günzburg!

Dopo un breve giro costeggiando il laghetto (pieno di trote salmonate), siamo partiti alla volta della prima vera tappa del nostro fun tour: Günzburg (ca. 200 km in 3 ore d’auto).
Il paesino è molto piccolo, ma grazioso. Ha un centro pedonale, dove alcuni ristoranti e caffetterie, con la bella stagione,dispongono tavolini.
Anche qui, i bimbi si sono divertiti ad arrampicarsi sui piloni della fontana ed a correre per le vie tranquille.
Ma piu’ che altro, si sono persi in fantasticherie relative alle giornate successive, che avremmo passato a Legoland!
 Molti non sanno che di parchi Legoland ce ne sono diversi. Quello danese è il piu’ famoso, poi segue quello tedesco (www.legoland.de) e quello inglese, vicino a Londra.
I biglietti li abbiamo acquistati on-line tramite il sito, che permette tariffe scontate per famiglie, in piu’ si evita la fila alle casse del parco. Qui il link per la prenotazione on-line.
Abbiamo avuto la fortuna di trovare due giornate calde e soleggiate. In questo modo i bambini hanno potuto divertirsi anche con alcune attrazioni un po’ ‘bagnate’ e con le aree adibite ai giochi d’acqua (se andate in estate, quindi, portate dei costumi da bagno per i bimbi). Ammetto che anche noi adulti non ce la siamo passata male 😉

Il parco è davvero bellissimo! Penso che sia adatto un po’ a tutte le  età, ma non mi sembra che ci siano attrazioni particolarmente ‘da brivido’.

Anche le montagne russe, che comunque non abbiamo fatto, non presentavano particolari ‘giri della morte’. Insomma Mirabilandia o Gardaland sono sicuramente piu’ adrenalinici.

Oltre alle varie giostre per tutta la famiglia, troverete anche laboratori, dove poter costruire macchinine di lego per poi partecipare ad una gara, potrete assistere ad una proiezione in cui viene spiegato (purtroppo solo in tedesco…) come vengono costruiti i famosi cubetti colorati e poi scendere in uno pseudo-laboratorio dove vederlo dal vero, potrete creare omini, acquistare accessori o mezzi fantasiosi inventati da voi.

Ricordate solo, che certe cose si pagano a peso…e non sono molto economiche.
La parte del parco che io ho apprezzato maggiormente è la zona dove sono state ricreate città del calibro di Berlino e Venezia. Sono opere d’arte vere e proprie!

 Per non parlare del famosissimo castello di Neuschweinstein….gorgeous!

Mi chiedo: ma quanto tempo ci sarà voluto per costruire tutto ciò???
Nel parco troverete ovunque queste particolari sculture in lego, rappresentanti principalmente animali, e sarà difficile passarci davanti senza fare almeno una foto…sono bellissime!
Vorrei precisare che, per i tanti appassionati di Lego Star Wars, c’è un padiglione apposito con in vendita tutti i Lego presenti ed un’area ricostruita relativa alla famosissima saga.
Legoland è un parco grande, ma anche in un giorno riuscirete a vederlo tutto, anche se sarà difficile fare tutte le attrazioni; in alta stagione la gente è tanta ed a volte ci sono anche 45 minuti di fila.
Per arrivare, una volta giunti a Günzburg, troverete le indicazioni che vi condurranno al parcheggio del parco (5 eur l’intera giornata).

Lo zoo di Stoccarda

Ma noi ora siamo pronti per partire alla volta di Stoccarda, dove visiteremo il grande giardino zoologico.
L’ingresso costa 12 eur, mentre i bimbi fino a 6 anni non pagano. Anche qui il parcheggio è a pagamento, come in quasi tutti i posti in Germania.
Lo zoo è molto grande, ma seguendo il percorso lo si riesce a visitare tutto con ordine.

Io, di principio, sono contraria a tutto cio’ che limita la libertà degli animali per il nostro futile piacere.
In questo viaggio mi sono dovuta adattare alle scelte altrui, anche perchè, lo zoo è sempre una bella attrazione per i bambini e visto che anche il mio ci teneva…ho chinato la testa.
In linea di massima gli spazi sono molto grandi e gli animali in ottimo stato. L’unico che proprio non è trattato a dovere è l’orso bianco.
A parte i 28 gradi a cui era sottoposto, ha uno spazio troppo piccolo per vivere…che pena…
Esclusi gli animali di rito, in questo zoo è presente anche uno strano incrocio fra un asino ed una zebra…ma non ne conosco il nome. Poi vi è un piccolo acquario (con anche gli squali) una serra dove troverete farfalle libere, alcune teche con piante carnivore ed un bellissimo giardino botanico, del quale mi sono innamorata.

Le ninfee giganti del laghetto ed il sole così caldo per un attimo mi hanno destabilizzato…non è che invece di Stoccarda son finita a Mauritius???
Un’oasi di tranquillità ed armonia…è stato splendido gustarsi il giardino sedendo su una delle panchine intorno al lago.
Alla sera passeggiamo per Stoccarda. La città è molto calda (ben 28°C alle 8 di sera) e ci gustiamo proprio la cena all’aperto, in un pub tradizionale, anche se di fresco c’era solo la birra.
Non abbiamo visto molto della città.
Abbiamo passeggiato per una delle vie principali molto illuminata e piena di negozi, che mi ha dato l’impressione che Stoccarda sia piu’ moderna che antica…ma purtroppo il mio giudizio è molto approssimativo.

Playmobil Fun Park

La mattina seguente già lasciamo la città e ci spostiamo verso la bella Norimberga.
Mentre io sono particolarmente curiosa di vedere la città, i bimbi non vedono l’ora di recarsi al Playmobil Fun Park!
Il parco si trova a circa 20 minuti di macchina da Norimberga.
L’ingresso costa 10 eur a persona, i bimbi pagano dai 4 anni in su. Il parcheggio per tutta la giornata costa 4 eur.
Il sole ci accompagna anche qui e la giornata risulta davvero splendida!

Il parco è molto adatto ai bimbi dai 2/3 anni fino a 10.
Le attrazioni consistono in diverse ambientazioni tematiche, come la fattoria, la nave dei pirati in laguna oppure il giardino dei dinosauri.
Ma non esistono giostre ‘meccaniche’ come negli altri parchi.

Qui vi sono arrembaggi alle navi, arrampicate, assalti al castello, piccoli torrenti dove sguazzare e giocare con i tanti playmobil messi a disposizione dal parco.
E per pranzo consiglio il grande self service, con all’interno tante opportunità di gioco per i bambini!
Ottimo, noi mangiamo comodamente seduti ed a vista i bimbi che giocano senza alcun pericolo.
Il parco si visita tranquillamente in una giornata e, per uscirne dovrete obbligatoriamente passare per il negozio di giocattoli…mica son stupidi ‘sti tedeschi eh?
Comunque, niente paura perchè troverete tanti giochi in promozione, con sconti anche oltre il 50%. Ci sono davvero molte opportunità da sfruttare anche a poco prezzo. Matteo ne ha approfittato a grandi mani!!

dove dormire vicino a Legoland

Se cercate una soluzione economica, ma pulita e decorosa vi consiglio il Motel Axxe Leipheim Sud. Si trova a 5 minuti d’auto dal parco.

Non lasciatevi trarre in inganno dal nome. Si trova vicino all’autostrada, ma ha camere ben insonorizzate e la colazione è buona.

 

Visitare i parchi divertimento in Germania – Itinerario

 

6 Comments

  1. Anonimo ha detto:

    Proprio domani partiamo con il nostro camper per un weekend lungo alla volta di Legoland! Mi hai dato uno spunto veramente ottimo per allungare il nostro viaggio di un paio di giorni. I miei 3 bambini ne saranno entusiasti!
    E' un piacere leggerti!
    Francesca

  2. Laura Tenebrosi ha detto:

    Grazie Francesca, per me è un piacere! Divertitevi!!

  3. ROBERTA ha detto:

    CIAO VOLEVO SOLO CAPIRE QUANTI GIORNI…NOI PARTIAMO SABATO MATTINA E RIENTRIAMO LUNEDI CHE DICI RIUSCIAMO A METTERCI ANCHE LO ZOO DI STOCCARDA?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »