Stoccolma, come risparmiare, dove mangiare, dove dormire

Definire Stoccolma una città low cost è esagerato, ma risparmiare a Stoccolma è possibile.

Di seguito elencherò tutto ciò che, in mia umile conoscenza, potete fare nella città più elegante d’Europa a volte senza tirar fuori una sola corona.
  • Visita alla metro della città. Magari non tutti sanno che alcune fermate della Tunnel-bana di Stoccolma sono delle gallerie d’arte contemporanea gratuita.

Noi ne abbiamo viste solo alcune, ma me ne ero segnate parecchie:
linea rossa: Stadion – Tekniska högskolan – Universitetet
linea verde: Hötorget – Fridhemsplan – Thorildsplan – Bagarmossen
linea blu: Kungsträdgården T-Centralen – Radhuset – Solna Centrum – Tensta

  • La visita ai seguenti musei è gratuita per tutti da febbraio 2016:

Museo di Architettura e Design – ArkDes Museet
Arme Museum
Hallwylska Museet
Myntkabinettet – Museo delle Monete e Banconote del Mondo
Medelhavsmuseet – storia e popoli del Mediterraneo
Moderna Museet
Nationalmuseum (chiuso per rinnovo)
Museo di Storia Naturale
Skokloster Castle
Museo di Storia Svedese
Museo Marittimo – Sjöhistoriska
Museum of far Eastern Antiquities
Segnalo inoltre che il mercoledì (dal 1/09 al 31/05)  è possibile entrare al Vasa Museet ad un prezzo ridotto (dalle ore 17 alle 20) : 100 Sek anziché 130.

  • Gli orti di Tanto, compresi nel parco di Tantolunden, sono uno spaccato di vita locale assolutamente gratuita (ne parlo approfonditamente qui)
  • La vista dal ponte del Gondolen sulla città, splendida al tramonto.


 

  • Assistere al cambio della Guardia non costa nulla.
  • Durante la stagione primaverile, più o meno nel mese di aprile fino ai primi di maggio, non perdetevi lo spettacolo della fioritura nella piazza Kungsträdgården…è spettacolare!

 

 

  • Non dimentichiamo tutte splendide passeggiate che potete fare, visitando Gamla Stan o godendo dei meravigliosi skyline della città.
  • In estate, i battelli che partono da Slussen e la collegano con altri punti della città, sono inclusi nella Travel Card, quindi, non sarà come un giro in battello della Stromma, ma è pur sempre un modo alternativo di vedere la città a costo ridotto.

Dove mangiare a Stoccolma

Anche qui sfatiamo un mito. C’è modo di non svenarsi anche a Stoccolma.
I trucchi sono: preferire il pranzo alla cena, perché i prezzi sono più bassi. Informatevi se c’è il ‘dish of the day’ o piatto del giorno, perché viene sempre offerto a prezzi convenienti. L’acqua naturale è sempre gratuita e spesso già presente sul tavolo o nei dispenser. Altrimenti potete ordinarla semplicemente chiedendo ‘just water’.
Se proprio non potete fare a meno della birra, ho letto che conviene recarsi nei birrifici statali, perché più convenienti, ma non porto esperienza diretta.
Noi abbiamo pranzato qui:
Al chiosco Strömmingsvagnen di fronte alla fermata di Slussen. Con 150 Sek in due (acqua offerta) abbiamo mangiato uno dei loro piatti tradizionali, ossia aringhe saltate nel burro su un letto di purea di patate, con aggiunta a piacimento di salse. Ottimo. Si mangia all’aperto ed ho visto essere molto frequentato da gente del posto.

Al Blå Porten vicino al Vasa Museet, un ristornate/cafè self service dove abbiamo gustato piatti a base di una delle specialità locali, le polpette. Qui i prezzi sono un po’ più alti, ma avete una grande scelta di portate e potete gestirvi come volete. I dolci sono spaziali. Hanno uno splendido giardino esterno da godere nella bella stagione.

Al mercato coperto di Östermalmshallen, da Willy Ohlson Eftr. Ogni piatto costa 115 Sek se consumato a banco oppure 100 Sek se da asporto. Anche qui potrete comporre il vostro pasto ideale con ciò che vedrete in vetrina. Acqua, salse e verdura servite a parte e comprese nel prezzo. Tutto ottimo!


Poi non mancano i vari McDonald o baracchine dove si vendono hamburger e hotdog ed i prezzi sono sulle 45 sek incluso il bere.
Insomma, come vedete c’è modo di spendere il giusto, anche se si viaggia in famiglia.

dove dormire a Stoccolma, quale quartiere

Considerando che non amo gli ostelli, perché mi piace avere il mio bagno, non ho trovato alberghi a prezzi convenienti o, per lo meno, dove ci fosse il giusto compromesso. Alcuni costavano meno, ma o erano troppo distanti, o la camera non aveva la finestra…insomma nessuno mi soddisfaceva. Allora ho deciso di prenotare un appartamento tramite il sito Airbnb. Ho trovato un monolocale abbastanza spazioso, adatto a 3 persone. La location era perfetta: 10 minuti a piedi da Gamla Stan.
Si trova a Södermalm in zona tranquilla e comoda a tutto. Non posso che consigliarlo (cliccando su Airbnb vi collegherete con la pagina del ns. appartamento).
Il prezzo, considerato il servizio di Airbnb, è stato di € 628 per 5 notti. Lo so, non è proprio a buon mercato, ma considerando la posizione, la tranquillità e la possibilità di risparmiare sui pasti serali, alla fine direi che sia stato un buon compromesso.
Per chi volesse prenotare un hotel, ricordo sempre i siti più importanti:
hotels.com IT
HRS IT
Booking.com

Ricordatevi che, anche se siamo in Europa, la nostra tessera sanitaria TEAM, potrebbe non coprire tutte le prestazioni, quindi conviene sempre stipulare un’assicurazione di viaggio.
Cito quelle da me utilizzate:
Travelguard
Axa Insurance
Viaggi Sicuri
Allianz
Ultima cosa, ma non ultima per importanza.
Come avrete intuito o saprete, in Svezia non si usa l’euro ma la corona svedese (SEK). Il cambio è circa di 9 corone per 1 eur.
Vi conviene scambiarne un po’ in Italia, ma poi in loco utilizzare la carta di credito. Il cambio bancario è un salasso qui da noi.

Ringrazio l’ente del turismo svedese VisitSweden nella figura di Karin, per aver in parte supportato il nostro viaggio.
Ulteriori informazioni anche sul sito VisitStockholm.com

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »