Anguilla, Caraibi: escursione a Prickly Pear Cays

Le Prickly Pear Cays (che significherebbe isole dei fichi d’india)  si trovano a 30 minuti di barca dal piccolo porto di Anguilla di Sandy Ground ed è una delle escursioni più importanti e belle da poter fare.

Si tratta di 2 isolotti disabitati, divisi fra loro da uno stretto canale percorribile in barca.

In questo modo prendono il nome di Prickly Pear East e Prickly Pear West e fanno parte di uno dei 6 distretti marini protetti dell’isola di Anguilla.
L’isolotto più a ovest è il più piccolo e poco accessibile perché estremamente roccioso.
L’altro invece presente una splendida laguna protetta dalla barriera corallina, adatta anche ai meno esperti.

Il posto è un paradiso nel paradiso.
Chi ama fare snorkeling avrà trovato il suo posto ideale anche se, con il mare leggermente mosso, la sabbia fine si muove e rende leggermente torbida l’acqua.

La nostra escursione è stata organizzata da Johnno’s ed i suoi ragazzi che, giornalmente si recano a Prickly Pear ed allestiscono spiaggia e ristorante per i turisti. Li troverete proprio su Road Bay al suo ristorante.
Queste piccole isole sono anche un paradiso per gli amanti del bird watching. Tante sono le specie che si possono avvistare, soprattutto nel tratto più roccioso.

Noi ci siamo ‘accontentati’ di pranzare attorniati da decine di meravigliosi, piccoli uccellini dal ventre giallo limone, che amavano particolarmente fare il bagno nei bicchieri posizionati sulla ringhera del ristornate e messi lì appositamente per loro.
Un posto dove regna la tranquillità…ti senti davvero staccato dal resto del mondo ed ho invidiato parecchio questi anguillani che, pur lavorando alacremente per soddisfare noi turisti, hanno la fortuna di vivere quotidianamente in un posto dove i ritmi frenetici del nostro mondo occidentale non sono ancora arrivati, e spero non arrivino mai.

Ci siamo davvero rilassati, tra lunghi bagni in acque dai colori sgargianti e la lettura di un libro l’ombra naturale delle palme.
Il ristorante Johnno’s (che ricordo essere presente anche sulla spiaggia di Road Bay ad Anguilla), mette a disposizione lettini ed ombrelloni. Il costo è di 5$ cad.
Il pranzo a base di pesce è stato delizioso ed era incluso nell’escursione.
Sull’isola è presente anche un altro ristorante, però le escursioni (con pranzo annesso) sono organizzate solo il mercoledì ed il venerdì.
Qui di seguito il link: http://www.pricklypearanguilla.com/gotcha.htm
Di seguito i riferimenti per prenotare l’escursione con Johnno’s, che costa 85$ a persona (i bimbi in genere pagano la metà), pranzo incluso.
http://www.johnnosatpricklypear.com/
La mail di Johnno’s comunque è johnnosanguilla@yahoo.com

 Ringrazio sentitamente l’ente del Turismo di Anguilla, ed in particolare Tiziana in Italia e Chantelle in loco per aver fatto vivere a me ed alla mia famiglia la grandiosa esperienza di visitare Prickly Pear Cays!

16 Comments

  1. Che paradiso! I Caraibi mi stanno affascinando sempre di più. Adoro il colore dell’oceano e le spiagge lunghe e bianchissime!

    • Laura ha detto:

      Io sono stata solo qui, se parliamo di Caraibi. In effetti le spiagge sono un 10!! Per decine di metri non c’è nessuno…qui in Italia non sarà mai possibile, ma anche in Europa!

  2. Chiara ha detto:

    Ma che viaggio paradisiaco! Ma è stato un blogtour o un viaggio fai da te?

    • Laura ha detto:

      Tutto fai da te. Come blogger l’ente del turismo di Anguilla è riuscita ad offrirmi due escursioni, una qui e l’altra a Sandy Island…che forse ora non ci sarà nemmeno più…a causa dell’uragano dello scorso settembre…

  3. stefania ha detto:

    wowww! che posto da sogno!! in questi giorni in cui sto cercando la mia prossima meta poi… mi fai sognare ad occhi aperti!! tra l’altro io che non amo le spiagge affollate volerei subito lì!

  4. Oltre le parole ha detto:

    Posti paradisiaci e ancora incontaminati. Sembra di vivere in un film solo a guardare le tue foto e leggere le tue parole. Deve essere stato meraviglioso viverlo dal vivo!

    • Laura ha detto:

      Sì è stata una bellissima esperienza! Anguilla, pur essendo frequentata da un turismo principalmente americano, ha conservato sè stessa, senza costruire grandi alberghi e casinò come sulla vicina St. Martin….e le sue spiagge sono un sogno!

  5. Raffaella ha detto:

    Che posti da sogno! 😍 il tuo post e le fotografie mi fanno venire voglia di partire subito per questi posti paradisiaci

    • Laura ha detto:

      Adoro la fotografia! Infatti, pur essendo una dilettante, ho improntato il blog proprio su questo…la gente ha poco tempo ed una foto convince molto di più chi passa sul blog a leggerne qualche riga. Grazie per i complimenti!

  6. Dani ha detto:

    Non sono mai stata ai Caraibi, ma sto valutando l’isola ideale per un prossimo viaggio… grazie per le tue info interessanti

    • Laura ha detto:

      Anguilla è un’isola davvero speciale. Preservata dal turismo massivo che gli americani praticano su quasi tutte le isole dei Caraibi.

  7. Giordana Querceto ha detto:

    Bella quest´isola non la conoscevo! Ho letto chi sei, beh complimenti vivissimi per la tua scelta di vita! avanti tutta!!!

  8. rosy ha detto:

    Che luogo incredibile, certo che il mare dei Caraibi stupendo, poi quando si trovano luoghi poco turistici è bellissimo. Complimenti per le foto!

    • Laura ha detto:

      Grazie mille! Sì Anguilla è un posto davvero straordinario…speriamo che si stia riprendendo dall’uragano dello scorso settembre!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »