Wernigerode è un piccolo e colorato paese della Sassonia, in Germania, più precisamente si trova nella regione dell’Harz, a nord delle sue montagne.

E’ conosciuto anche come ‘the colourful town of the Harz’, ossia il paese colorato dell’Harz e le sue architetture sono davvero fiabesche.

Se mai doveste visitare questa remota regione, quasi sconosciuta a noi italiani, ma non a tedeschi e popoli del nord Europa, non potete mancare di visitarlo.

Cosa vedere a Wernigerode

Menzionato per la prima volta nel 1121, fu visitato anche dal famoso poeta tedesco Goethe nel 1777, quando ancora era un paese prettamente rurale. All’epoca non valeva certo la pena passare le proprie vacanze in questo luogo così come nella regione.

wernigerode germania

Solo all’inizio del XIX sec. iniziò ad essere notato da alcuni famosi scrittori ed un secolo più tardi divenne un’importante meta per le vacanze estive.

La sua maggiore attrazione è sicuramente il suo treno storico, che attraversa tutta la regione dell’Harz, per un percorso di circa 60 km, e permette una vista superlativa del territorio circostante. Il percorso, costituito da tornanti, attraversa le montagne della regione, fino ad arrivare al picco massimo di 1142 m.l.m.

Qui il sito della compagnia tedesca che gestisce la tratta: Harzer Schmalspur Bahnen.

D’obbligo anche una passeggiata senza meta nel perfetto centro storico medievale di Wernigerode, il cui municipio sembra davvero il castello delle fiabe, con le sue guglie aguzze ed i balconcini fioriti.

wernigerode marktplatz

In effetti è la principale attrazione del paese e domina l’antistante piazza del mercato. Fin dal Medioevo, questo posto aveva una particolare rilevanza per la vita degli abitanti. Qui ci ritrovava per le feste di paese, con balli e rappresentazioni divertenti, ma anche per matrimoni. Il palazzo divenne Municipio solo dalla metà del XVI secolo.

the smallest house wernigerodeSempre nel centro storico recatevi in Breite Straße al n.95. L’edificio risale al 1698 ed ospitava l’attività di un maniscalco. Lo si nota, in ricordo, dai ferri da cavallo appesi sopra la porta d’ingresso.

In Kochstraße invece si trova la ‘smallest house’, ossia la casa più piccola di Wernigerode. Costruita alla metà del XVIII sec. è alta appena 4,20 m e larga 2,95 m. L’interno è costituito da un’unica camera di appena 10 mq.

Girando attorno al Municipio arriverete nel luogo più pittoresco e romantico del paese. E’ chiamato Oberpfarrkirchof. Lasciatevi incantare dalla Gadenstedt House al n. 13. E’ uno dei più bei edifici di Wernigerode e risale a prima del 1500. A causa del vecchio mulino presente in loco, nel corso dei secoli le fondamenta dell’edificio sono state ‘corrose’ dall’acqua. Per questo motivo la casa viene chiamata ‘Tilted House’ ossia la Casa Inclinata.

Se volete godere di un meraviglioso panorama però, dovete recarvi al castello di Wernigerode, in tedesco Wernigerode Schloß.

Domina il paese e l’intera vallata. Se ne parla per la prima volta nel 1213. Nato probabilmente con intenti difensivi, fu poi trasformato nel corso dei secoli in residenza di lusso dove conti e principi portarono le loro corti. L’ampia terrazza del castello offre un’incredibile vista. Consiglio di godervela con calma.

Goslar, cosa vedere

Questo grazioso paese si trova a circa una mezz’ora d’auto da Wernigerode.

Nel Medioevo era un centro nevralgico per la presenza delle miniere di piombo ed argento, che influenzavano completamente le attività commerciali del paese.

Il suo centro, così come le miniere di Rammelsberg sono state inserite nel Patrimonio Unesco.

Qui, l’edificio maggiormente interessante è quello che ospita l’Hotel KaiserWorth, il cui nome deriva da un’antica associazione di mercanti della città, che aveva sede proprio in questo palazzo, risalente al XVII sec., con cupole grigio piombo e mura arancio salmone.

Il carillon, presente sulla Markt Platz, ogni 3 ore suona, facendo comparire le sue figurine da una finestra, in omaggio degli antichi minatori. Qui chiaramente ha sede anche il Municipio.

goslar sassonia

Goslar è famosa per le leggende legate alla presenza di streghe nelle foreste dei dintorni. Infatti, la notte del 30 aprile di festeggia ‘la notte di Walpurga’, una festa le cui origini si perdono nei secoli.

E’ sicuramente nata come festa pagana, legata alla primavera, ma a seconda di dove si festeggiava poteva assumere significati differenti. In questo caso si diceva che, durante la notte fra il 30 aprile ed il 1° maggio, le streghe uscivano dai loro nascondigli per ballare e cantare inneggiando alla Luna.

come arrivare a Goslar e Wernigerode

Purtroppo non è un viaggio veloce.

Le compagnie low cost più utilizzate e conosciute, come Ryanair o Easyjet collegano Amburgo, Berlino e Colonia, ma per raggiungere il cuore di questa parte di Germania servirà poi noleggiare un’auto e percorrere ancora 230 km o addirittura 350. Si può sempre volare con Germanwings, Lufthansa e Airberlin, facendo uno scalo.

Oppure includete l’Harz in un viaggio itinerante di anche due settimane, alla scoperta di una parte di Germania praticamente sconosciuta a noi italiani, ossia la Sassonia.

Link utili per l’organizzazione del viaggio

Ente del Turismo di Wernigerode

Ente del Turismo di Goslar

Vacanze nella regione dell’Harz

dove si trovano Goslar e Wernigerode

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *