Itinerario a Londra di 3 giorni, rigorosamente free!

Se siete alle prese con la vostra prima volta nella City,

questo itinerario a Londra di 3 giorni può esservi d’aiuto. Per quale motivo?
  1. perchè è strutturato per non perdere tempo
  2. perchè è rigorosamente free, ossia tutto gratuito

In effetti, non necessariamente Londra può essere solo un salasso. Ci sono tante cose da fare e vedere assolutamente gratis.

I 3 giorni di cui parlo sono pieni, quindi il viaggio in sè è stato di 4 giorni e mezzo.

Siamo arrivati il mercoledì sera e ripartiti la domenica pomeriggio.

Alla fine vi spiegherò come abbiamo impiegato anche le ore dei giorni spezzati.

Itinerario Londra| 3 giorni alla scoperta dei suoi ‘must see’

giorno 1

Prendete la metro Piccadilly e scendete ad Hyde Park Corner. Portatevi su Costitution Hill, affiancando il Green Park, fino ad arrivare a Buckingam Palace.

Il cambio della guardia avviene alle 11, tutti i giorni in estate, a giorni alterni in inverno (lun-merc-ven-dom). In caso di pioggia o per altri motivi può essere annullato, anche con poco preavviso.

itinerario londra 3 giorni

Personalmente sono cerimonie che mi annoiano, quindi non ci perdo troppo tempo.

Attraversando il St. James Park, arriverete verso il Tamigi. In questa zona potrete vedere la Webmister Abbey, the Houses of Parliament, il Big Ben (in restauro fino al 2021) e, dall’altro lato del fiume, il London Eye. La zona merita moltissimo anche la sera, con tutto illuminato.

Il primo giorno del nostro itinerario di 3 giorni a Londra è stato parzialmente bagnato dalla pioggia, così abbiamo pensato di concederci la visita di alcuni centri commerciali, iconici della città, quali Harrods e Fortnum & Mason, quest’ultimo fornitore ufficiale della Corona inglese, riguardo a porcellane e quant’altro.

Il pomeriggio l’abbiamo dedicato alla visita del Museo di Storia Naturale a Chelsea, ingresso gratuito in quanto statale. Bellissimo, un luogo secondo me imperdibile, con o senza bambini.

In zona, a soli 10 minuti a piedi dal museo vi consiglio un angolo londinese fuori dalle solite rotte: il Kynance Mews, un vicolo di ciottoli dove si affacciano edifici privati. Un luogo di grande tranquillità e vita quotidiana, avvolta dal romanticismo di rampicanti di un rosso intenso, grazie alla stagione autunnale.

giorno 2

Prendete la metro Jubilee o Nothern e scendete a London Bridge.

In pochi minuti vi troverete presso il Tower Bridge, con alle spalle The Shard, l’edificio progettato da Renzo Piano, terminato nel 2012.

Da questo punto il panorama sulla City è pazzesco. Tra l’altro abbiamo avuto la fortuna di una giornata di sole, quindi vedere The Gherkin, la Tower of London, il Walky Talky con alle spalle un bel cielo azzurro, ha permesso di scattare foto bellissime, anche senza troppo sforzo.

Passate il Tower Bridge per attraversare il Tamigi. In questa zona si trova un ristorante che è spesso fotografato, per la sua speciale collocazione e la possibilità di mangiare sotto particolari igloo di vetro, che permettono una meravigliosa vista: il Coppa Club. Se volete cenarvi o pranzarvi, coppa club londonprenotate per tempo, gli igloo sono solo 6.

Il nostro itinerario a Londra in 3 giorni prosegue verso la St. Paul Cathedral, passando sotto il Walky Talky. Qui, prenotando con al massimo una settimana d’anticipo, si può salire allo Sky Garden, dove gratuitamente si può avere una visione spaziale di Londra. Purtroppo noi non siamo riusciti a salirvi.

Anche se i posti sono limitati, si può comunque salire per pranzare o bere un aperitivo nei vari locali presenti, ma rigorosamente con prenotazione.

In corrispondenza con la Cattedrale di St. Paul c’è il Millennium Bridge, un ponte pedonale dove i panorami mozzafiato si sprecano. Il momento festivo in cui ci siamo andati ha fatto sì che ci fosse davvero tanta gente, quindi è stato quasi impossibile fare le foto in prospettiva come avevo scattato 6 anni fa…pazienza.

Oltrepassato il ponte si trova la Tate Modern, un altro museo gratuito della città.

Per rifarci della non ascesa allo Sky Garden, siamo saliti al 10° piano alla Tate, chiaramente gratuitamente.

Vi posso assicurare che il panorama merita un bel 10 e lode, anche se non eravamo alti come su altri grattacieli.

In 3 giorni a Londra non può mancare la visita della zona dello shopping per eccellenza: Covent Garden e Carnaby Street.

Così abbiamo preso la metro Jubilee a Southwark, poi la Piccadilly, cambiando a Green Park. Fermata finale: Covent Garden.

Qui perdetevi in giro per le vie, visitate il mercato coperto di Covent e non perdetevi Neal’s Yard Square, una piazzetta colorata, raggiungibile prendendo una delle strade dei Seven Dials. Tutta questa zona è piena di negozi, ristoranti e locali di ogni genere. E’ molto pittoresca e frequentata sia dai londinesi, ma anche o soprattutto da tanti turisti.

Prendendo la Shaftebury  Avenue, passando per Piccadilly Circus (a 5 minuti anche Trafalgar Square), sarete a poche centinaia di metri da Carnaby Str. una zona pedonale, anch’essa ricca di negozi e pub tradizionali.

giorno 3

Il nostro 3° giorno corrispondeva con il sabato. Nonostante il notevole flusso di turisti, non potevamo perderci Portobello Rd. ed il famoso mercato di Notting Hill, che si snoda proprio lunga la via (metro Central, District o Circle, fermata Notting Hill Gate).

Questo luogo però è bello anche in tutte le sue vie adiacenti, prendete una laterale a caso e vi troverete in mezzo a case di tutti i colori…allora sfido tutti coloro che dicono che Londra è grigia…Londra in certe zone è un vero arcobaleno!

Alcune vie saranno parecchio gremite, ma non demordete, perchè molte altre, altrettanto belle ma meno conosciute, saranno deserte. Un esempio?

Lancaster Rd e Blenheim Crescent, dove si trova anche la tanto ‘instagrammata’ pasticceria ‘The Biscuiteers’, e dove non ho resistito ed ho comprato la sua borsa. Ottimo tessuto, sapete ;-)?

Ormai siamo alla fine del nostro itinerario di 3 giorni a Londra, ma ho in serbo un’ultima chicca, per la quale però vi rimando all’articolo dedicato: un itinerario a piedi per il quartiere di Chelsea.

Chelsea, Londra. Cosa vedere, itinerario a piedi

Pochi negozi e tanto charme londinese. Un percorso in mezzo alla tranquillità, in uno dei quartieri più eleganti (e lussuosi) della città.

Qui si conclude in nostro itinerario. Certo, di cose da vedere ce ne sono ancora tante, ma i luoghi più importanti sono stati toccati quasi tutti. Manca il mercato di Camden Town, che però si trova un po’ spostato rispetto a dove ci trovavamo noi, ma può tranquillamente sostituire la visita a Notting Hill.

Manca la visita ai vari parchi, che comunque abbiamo parzialmente affiancato mentre camminavamo per raggiungere le varie mete. Se avete qualche giorno in più, vi propongo anche questo itinerario a Londra, strutturato su 5 giorni ed a misura di bambino (ma solo in parte):

Londra, cosa vedere con i bambini in 5 giorni

Infine, cosa fare il giorno di arrivo e partenza se avete un po’ di tempo a disposizione?

Cercate di ottimizzare in funzione dell’hotel in cui soggiornate.

Noi siamo stati al Royal Eagle a Paddington, quindi piuttosto centrale.

Quando siamo arrivati, abbiamo avuto il tempo di portarci tra Piccadilly e Trafalgar Square, per poi recarci verso il London Eye, che di sera è uno spettacolo, mentre al ritorno abbiamo utilizzato le due ore che avevamo per recarci alla Little Venice, un luogo molto tranquillo, dove troverete barconi, a volte anche abitati, su alcuni canali della città.

little venice london

Dal nostro hotel erano circa 20 minuti di camminata. La zona si presta alla visita soprattutto durante l’autunno, in quanto particolarmente verde, quindi perfetta per godersi il foliage.

Un’alternativa, se siete in zona Shoreditch, potrebbe essere la visita del Columbus Flower Market su Columbus Rd.. E’ il mercato dei fiori e si svolge solo la domenica. Dicono che sia molto bello.

E qui finisce il nostro itinerario a Londra di 3 giorni. Spero che possa esservi utile. Londra è una città enorme. Il mio consiglio è aver ben chiaro cosa si vuole vedere prima di partire e tener conto delle distanze. Anche se con la metro si viaggia bene, può succedere di passare sotto terra tanto tempo quanto ne passereste su un autobus in mezzo al traffico…

Noi spesso abbiamo preso anche quest’ultimo. E’ un ottimo modo per vedere la città, specie se piove, specie il fine settimana, quando le strade sono più libere.

Ora non mi resta che augurarvi buon viaggio!!

 

6 Comments

  1. Veronica ha detto:

    Davvero molto interessante sopratutto per me che ho sempre poco tempo durante l’anno per spostarmi! In 3 giorni potrei vedere le principali attrazioni di Londra e seguendo la tua guida facendolo “senza perder tempo” Fantastica!

    • Laura ha detto:

      Esatto, tutto fatto personalmente e ti dirò di più: noi eravamo in 12! Immagina muovere un gruppo del genere per una città come Londra! Se vai da sola o in coppia riesci a fare anche di più!

  2. Stefania ha detto:

    che bello questo itinerario! diciamo che conosco Londra benino. un mio amico vive lì ed ogni occasione è buona per andare a trovarlo! 🙂 hai toccato davvero tutti i punti di maggiore interesse!

    • Laura ha detto:

      Caspita e tu che fortuna ad avere un amico nella City!! Londra andrebbe vista almeno una volta all’anno…c’è tanto da vedere e poi è sempre in movimento…grazie comunque per il tuo commento!

  3. Claudia ha detto:

    Quante idee che mi hai dato…. Sono stata già un po’ di volte a Londra ma adesso ho proprio voglia di tornarci per visitare tutto “free”…

    • Laura ha detto:

      Allora dai, approfondisci la visita dei posti che più ti piacciono! Bisognerebbe tornare a Londra ogni anno…ma non è facile incastrare tutto…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »