Monaco di Baviera. Cosa vedere in due giorni (a Natale e non)

Se soggiorni a Monaco, puoi recarti anche:

Cosa vedere a Monaco di Baviera in 2 giorni?

Per quanto la principale città bavarese abbia un centro di dimensioni ridotte, offre tanto a qualsiasi tipo di viaggiatore.

Sotto Natale poi, viene elegantemente addobbata e l’atmosfera che si vive è talmente intensa che anche noi adulti ci ritroviamo con un grande lecca lecca colorato in mano, mentre sgraniamo gli occhi davanti all’enorme albero di Natale della Piazza del Municipio.

2 giorni per visitare la capitale bavarese sono pochi, ma sufficienti per capire quante cose ha da offrire.

Monaco di Baviera, cosa vedere in 2 giorni

Marienplatz

Noi alloggiavamo poco distanti dal centro, ed al massimo in 15 minuti eravamo in Marienplatz, che è il cuore pulsante della città.

La raggiungevamo con la metropolitana, che è estremamente capillare, puntuale e pulita.

A dicembre, fino al 24, potrete visitare il bel mercatino di Natale (sconsigliato al sabato, meglio la domenica nel tardo pomeriggio), che ospita bancarelle con articoli natalizi e prodotti gastronomici locali, come i bradwurst, i waffel, le fantastiche frittelle di mele o ancora cuori di cioccolata con sopra frasi in lingua tedesca che solo in parte sono riuscita a capire.
I mercatini sono diversi, quello in Marienplatz è il più grande, ma le bancarelle si dislocano anche lunga l’elegante Kaufingerstrasse, fino a Karlsplatz. Lungo la strada incontrerete le cupole a cipolla della Frauenkirche, ossia il Dom, che purtroppo in questo periodo è in restauro.

Molto più piccolo, grazioso e un po’ meno inflazionato è il mercatino all’interno della Residenz, lungo Residentstrasse, del quale vi consiglio la visita.

Alcuni sono già finiti, altri proseguono anche fino al 28 dicembre.
Nei 2 giorni a nostra disposizione, abbiamo camminato nel cuore della città, soffermandoci nell’ammirare in Neues Rathaus, l’Altes Rathaus (entrambi su Marienplatz), ed il grande albero di Natale che è il protagonista indiscusso della piazza durante le feste.

E’ meraviglioso vedere la città illuminata a festa, bella di giorno, con il sole e temperature gradevoli e più bella la sera, quando le luci si accendono e tutto cambia volto.

Hofbräuhaus

Mi è piaciuta in particolar modo la zona intorno alla famosa birreria Hofbräuhaus. La piazza su cui si affaccia è splendida, incorniciata da palazzi eleganti e locali rinomati.

Un appunto sulla birreria: merita assolutamente una visita in quanto palazzo storico, famoso per essere il luogo di uno dei primi comizi di Hitler. Gli interni al piano terra presentano degli splendidi soffitti affrescati. E’ un locale molto frequentato, soprattutto da turisti.

Non si può prenotare, se non in gruppi numerosi ed al piano di sopra, decisamente meno folcloristico.
Si mangia in grandi tavoloni ed il primo che arriva si prende il posto migliore. I camerieri sono perennemente di corsa, decisamente poco cortesi e si mangia senza infamia e senza lode.

E’ presente un’orchestra che suona ballate tipiche bavaresi. Insomma, io vi consiglio di vederlo, farvi due foto di rito e poi scappare in qualche altra birreria meno nota e più economica, dove probabilmente mangerete anche meglio.
Chiusa la parentesi, visto i giorni di sole, noi siamo rimasti all’aperto, girando a piedi il centro storico di Monaco, che non è grande.

La Residenz

Fu il fulcro politico e culturale dei regnanti di Baviera ed è legata a doppio filo con la storia della Casata dei Wittelbach. Eretta nel XVII secolo, questo palazzo, splendido ed enorme, custodisce non solo arredi del tempo, ma anche preziosi arazzi, quadri ed il Tesoro dei Duchi, costituito non solo da gioielli, alcuni risalenti a 1000 anni fa, ma anche da elementi religiosi, corone, scettri e reliquari.

La visita alla Residenz vi porterà via un paio d’ore se sarete veloci, mezza giornata, se vi soffermerete sulle varie opere. E’ possibile richiedere un’audioguida in 6 lingue differenti.

Tra i luoghi di maggior impatto visivo e d’importanza storica, la Galleria degli Antenati, l’Antiquarium, la Galleria Verde e le Stanze dei Marmi. Notevole la collezione di porcellane orientali.

Ingresso a pagamento, con opzione di aggiungere il Tesoro ed il Teatro (al di fuori della reggia).

Prezzi aggiornati al seguente link: www.residenz-muenchen.de/admiss

Per gli orari ed i tour guidati: www.residenz-muenchen.de/opening

Indubbiamente da includere nella vostra lista su Monaco di Baviera, cosa vedere in 2 giorni.

Juristische Bibliothek

All’interno del Neu Rathaus, al civico 8, salendo di alcuni piani, si raggiunge questa storica biblioteca, fra le più antiche e belle d’Europa. Non essendo ancora un sito turistico, ed onestamente mi auguro che non lo diventi mai, la si può visitare solo 10 minuti al giorno, dalle 16,30 alle 16,40, dal lunedì al venerdì. L’ingresso è gratuito.

Infatti questa biblioteca giuridica contiene importanti testi di diritto che vengono quotidianamente studiati e consultati da studenti e studiosi, pertanto l’ingresso è consentito solo dopo la chiusura e prima che gli impiegati tornino a casa.

L’opuscolo che ne parla è solo in lingua tedesca, quindi non sono in grado di raccontarvi più di tanto su questo luogo, se non le sensazioni che ho provato entrandovi. Le scale, in legno e ferro battuto, non possono essere salite, l’ambiente non è grande, ma nonostante tutto, in quella biblioteca sarei rimasta qualche minuto in più.

I lampadari elaborati, le panche in legno, le centinaia di testi presenti, alcuni consultati da quasi due secoli, rendono questo luogo differente da tanti altri. Eravamo in una trentina di persone eppure, quando siamo entrati, nessuno è andato oltre la terza panca. Ci siamo fermati tutti, in silenzio, ad ammirare questo piccolo capolavoro ottocentesco.

Sicuramente una chicca da includere fra le cose da vedere a Monaco in 2 giorni.

Visita alla AsamKirche (anche St. Johann Nepomuk-kirche)

Si trova su Sendingler Str., una delle vie pedonali dedicate allo shipping bavarese. Non conoscevo questo chiesa, mi è stata suggerita dalla mia amica Gabriella, grande amante della Germania.

Tutto ciò che so di questo luogo di culto, l’ho appreso da Wikipedia. Ossia che prende il nome dai suoi ideatori, che è in stile rococò (infatti è di un’opulenza estrema) e che doveva nascere come cappella privata.

Durante le feste natalizie, al suo interno è stato posto un albero di Natale. Mai visto in altre chiese. Le foto sono permesse, ma non si possono utilizzare pubblicamente. Qui vedrete solo una piccola parte interna, giusto per la curiosità dell’albero all’interno della chiesa.

Cosa vedere a Monaco di Baviera in 3 o 4 giorni

  • Englischer Garten – Sono il parco cittadino. Sicuramente meno frequentati ora che nel periodo estivo, quando migliaia di persone si riversano nei due biergarten posti agli opposti del parco, in tutte le stagioni offrono scorci suggestivi e la bellezza della stagione in corso. (metro U6-U3 fermata Universität).
  • Allianz Arena – Per gli sportivi ed amanti del calcio, non si può non menzionare l’Allianz Arena, lo stadio voluto e costruito dalle due importanti squadre di calcio di Monaco, ossia il Bayern Monaco ed il Monaco 1860.

    foto tratta dal sito www.allianz.com

    Vista la sua forma particolare è chiamato anche Schlauchboot, ossia gommone. Molto particolare di sera quando si illumina. (metro U6 fermata Fröttmaning).

  • Olympia Turm – Rimanendo in città, anche se un po’ defilata, si può salire sull’Olympia Turm, la torre della televisione che si trova nel parco olimpico a nord della città. E’ alta quasi 300 mt e da lassù nelle giornate terse il panorama è strepitoso. (metro U3-U8 fermata Olympia Zentrum).
  • BMW Welt – Nei pressi si trova anche il Museo della BMW, per i patiti di macchine e del marchio in particolare. Non mi soffermo a parlarne perchè non l’ho visitato, ma soprattutto perchè non sono un’intenditrice ed un’interessata a queste cose. Lascio comunque questo link molto esaustivo sul centro: www.viaggio-in-germania.de/museo-BMW-monaco. Posso però dire che questa zona alla sera, specie sotto Natale, è davvero suggestiva. Fateci un salto se avete un po’ di tempo.
  • Parco visitatori dell’aeroporto di Monaco, per vedere decolli ed atterraggi in prima fila! Questa è una cosa diversa dal solito e non mi era mai capitato di vedere un sentiero addirittura illuminato alla sera, che porti ad un punto panoramico per godere di questo spettacolo (chiaramente per chi ama questo genere di cose). Avendolo visto solo passando con l’auto, non so se vi si accede solo dall’interno dell’area aeroportuale o no.
  • Nymphemburg Schloss – A soli 15 minuti dal centro città sorge lo splendido Castello di Nymphenburg (S-bahn n. 1-2-3-4-6-8 fermata Laim e poi bus per ‘Schloss Nymphenburg’). La sua costruzione risale al XVII secolo, ma nel tempo fu ampliato ed abbellito.

    Foto tratta dal sito eropa.panduanwisata.id

    E’ nato come residenza di campagna, regalo del principe Ferdinand Maria alla moglie Enrichetta Adelaide di Savoia per la nascita del primo figlio…una cosetta insomma…Meritano tra le tante, la Steinerner Saal, ossia il salone delle feste, la Schönheitsgalerie, ossia la galleria della bellezza e la sala verde, dove nacque Ludwig II. I grandi giardini ospitano una serie di padiglioni, tra i quali spicca Amalienburg. Il più grande, usato come altri anche per incontri amorosi segreti, ospitò anche Maria Antonietta nel 1770, quando da Vienna si recò a Parigi per diventare la sfortunata regina di Francia che tutti conosciamo.

Di castelli ne ho visto davvero tanti e negli ultimi viaggi ne evito la visita perchè alla fine tutti si somigliano, ma ciò non toglie che ne sia sempre molto affascinata e che, sempre in un prossimo viaggio, vedrò da vicino anche Nymphenburg.
Credo di aver parlato di tutte le principali attrazioni di Monaco, tralasciando i musei, molti dei quali si trovano all’interno delle attrazioni stesse.

Hai più tempo a disposizione? Visita i dintorni di Monaco! In questo articolo troverai tante idee curiose 🙂

Dintorni di Monaco di Baviera: 6 luoghi da vedere

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "OK Accetta" nel banner"

Come arrivare a Monaco di Baviera

Monaco si raggiunge comodamente dal nord Italia tramite l’autostrada del Brennero, per poi proseguire sull’autostrada austriaca (ricordo l’acquisto della vignette, anche poco prima dell’ingresso in Austria – costo € 9,00) ed infine quella tedesca, che è gratuita.
Per coloro che sono più scomodi nel raggiungimento della città in auto, Easyjet opera da Milano MXP con voli spesso convenienti.
Poi non dimentichiamo le tedesche Lufthansa e Germanwings, che volano dai principali aeroporti italiani con voli diretti e non.

Come muoversi in città

La S1 ed S8, collegano l’aeroporto a Monaco centro.
Monaco ha un’ottima metropolitana, molto capillare e con tariffe convenienti.
Dovrete poi valutare voi se acquistare la CityTourCard, che oltre ai trasporti permette di usufruire di sconti in musei ed attrazioni, oppure acquistare il Single Ticket o il Group Day Ticket, il cui prezzo varia a seconda della durata (1 o 3 giorni) ed anche a seconda della zona in cui deciderete di viaggiare.
Noi abbiamo utilizzato il Group Day Ticket per l’Inner District (ossia la zona più centrale). Il costo per 1 giorno, fino ad un massimo di 5 adulti, è attualmente di € 11,60 complessivi. Secondo me è molto conveniente.

Monaco di Baviera, dove mangiare

Durante la stagione natalizia approfittate delle bancarelle gastronomiche presenti nei vari mercatini e con pochi euro potrete pranzare o cenare.
Se preferite recarvi al ristorante, le birrerie del centro storico sono spesso piene e vi consiglio di prenotare (dove è possibile farlo). Noi abbiamo cenato alla Hofbräuhaus, di cui ho parlato in precedenza, alla birreria Aynger alla Zum Franziskaner.

In quest’ultima abbiamo mangiato bene, ma i prezzi sono decisamente elevati ed il servizio potrebbe migliorare.

Mi hanno detto che servono ottimi stinchi alla birreria Haxnbauer, sempre nei pressi dell’HB e della Aynger. In alta stagione è d’obbligo prenotare ovunque e per tempo, specie se siete gruppi numerosi.

Dove dormire economico a Monaco di Baviera

Noi ci troviamo sempre bene con la catena Ibis Budget. Camere spartane, ma pulite e calde, in zone defilate ma comode ai mezzi pubblici e parcheggio in genere gratuito se scoperto, oppure ad € 5,00 al giorno in garage.
I bambini fino ad 11 anni soggiornano gratuitamente in camera con i genitori.
In questo caso l’Ibis di riferimento è stato l’Ibis Budget Monaco City Sud. Il costo medio per notte è stato € 58,00 a camera (solo pernottamento).

2 Comments

  1. Pedro ha detto:

    Ottimo articolo da parte di Laura. In un breve viaggio ha saputo sintetizzare al meglio il top che il capoluogo bavarese può offrire! I mercatini di Natale di Monaco riassumono tutto il bello di una festa attraverso delle atmosfere da fiaba, pronte a far innamorare del posto qualsiasi turista o viaggiatore. Un saluto a tutti i viaggiatori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »

Viaggiare con Laura cookie funzionali e di terze parti per il suo funzionamento. Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. clicca qui per sapere quali cookie usiamo

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi