Alpe di Siusi, dove dormire direttamente sulle piste

L’Alpe di Siusi, o SeiserAlm è uno dei luoghi più incantevoli dell’Alto Adige

ed io ho voluto godermelo dall’alba al tramonto cercando un hotel dove dormire, direttamente sulle sue piste.

L’Alpe è il più grande altopiano d’Europa e si estende per più di 50 kmq, compresa fra la Val Gardena, il Gruppo del Sassolungo ed il massiccio dello Sciliar.

Il suo nome deriva dal fatto che qui i locali praticano l’alpeggio, ossia portano il loro bestiame a pascolare durante la stagione estiva.

Alpe di Siusi, dove dormire

Per un week end last-minute abbiamo scelto l’Hotel Santner, una struttura ottima, situato direttamente sulle piste. In pratica si può uscire già con gli sci ai piedi.

La proprietaria ci ha riservato una junior suite al prezzo della standard.

Il costo complessivo in 3, inclusa la mezza pensione è stato € 192,00. Considerando la posizione, l’ottimo servizio, la colazione super e la cena eccellente (incluso anche l’utilizzo della piscina interna ed esterna, sauna e bagno turco), mi è sembrato sostenibile.
E’ presente anche una splendida terrazza panoramica, proprio con vista su punta Santner, dove poter pranzare o anche solo prendere un caffè.
Da quanto ho potuto capire, l’hotel Santner, che è un 3***S, è molto richiesto. Consiglio di prenotare per tempo…altrimenti potreste avere la nostra fortuna e trovare una camera last minute…ma giusto alla fine della stagione!
I proprietari hanno in gestione anche l’hotel Rosa (dove lascerete l’auto per poi essere condotti con la navetta al Santner). Si trova a pochi minuti a piedi dal piccolo paese di Compatsch.
E’ una struttura molto elegante, ma come posizione meglio il Santner.
L’hotel effettua un servizio navetta ad orari prestabiliti (13.45 – 16.30) fermandosi alla fermata dell’autobus di Compatsch, mentre è sempre disponibile per i clienti dell’hotel che arrivano e ripartono e devono essere accompagnati al parcheggio.

cosa fare sull’Alpe di Siusi, anche con bambini

Prima di partire mi ero stampata la lista delle piste da slittino del comprensorio. Ce ne sono 11 (vedi anche http://www.alpedisiusi.info/it/inverno/slittare.html)
Io ho preferito fare passeggiate in mezzo allo splendido paesaggio dolomitico, mio marito invece ne ha approfittato per slittare.

L’hotel si trova su una delle piste, la Panorama. E’ lunga 1,4 km ed ha alcune pendenze che per me erano un po’ troppo….Una volta scesi a valle si può seguire le indicazioni per la Bullaccia (2 km), una delle più gettonate. Proprio sotto punta Santner c’è la Spitzbühl (1,9 km), mentre la più lunga parte da quota 2100, all’altezza dell’hotel Florian: è la Zallinger, 4,7 km di divertimento!
Ce le siamo tenute per quando ritorneremo 😉
Mentre mio marito slittava, io e Matteo abbiamo fatto un bel giro sulla slitta trainata dai cavalli…caso ha voluto che ci accompagnasse lo stesso signore di 5 anni fa….e la stessa cavalla… Jenny…

Anche se mio figlio dopo 10 minuti era già pronto a scendere (forse inizia ad essere troppo grande per certe cose???), la slittata è stata estremamente piacevole. Il paesaggio è strepitoso ed il cielo era terso, senza nemmeno una nuvoletta….incredibile!!

Splendide anche le passeggiate partendo dall’hotel, con il Sasso Lungo ed il Sasso Piatto protagonisti indiscussi. Di fianco il Gruppo Sella, poi le Odle ed in lontananza le Alpi Austriache…fantastico!

Verso le 16.45 non ci siamo fatti scappare un bel bagno rigenerante in piscina, con tisana aromatica al seguito.

La temperatura dell’acqua è sui 30°C, quindi non termale.

Sono presenti anche una piscina piccola per i bambini ed una esterna a 35°C. Ci sarebbe stata una vista superba, se non fosse circondata da alti cumuli di neve che impedivano allo sguardo di spaziare su punta Santner.

Prima di cena mi sono gustata un fantastico tramonto…anche se un po’ appannato da nuvole lontane….che silenzio…c’ero solo io…

La domenica abbiamo fatto una bella passeggiata fino alla malga Tüene, molto caratteristica. Abbiamo preso solo da bere, in quanto eravamo ancora sazi dalla colazione. Comunque ve la consiglio per un pranzo.

alpe-di-siusi-seiseralm-panorama

Sul posto mi hanno detto che si mangia bene ed è un po’ più economica delle altre.
Rimanendo in zona, sempre consigliata, c’è la malga Gostner.
La più rinomata di tutte però è la malga Tirler, classificata come ‘Malga più bella’ nel 2009. Le sue costine sono conosciute da tutta l’Alpe!
Noi abbiamo optato per qualcosa di più leggero, stando comodamente seduti sulla terrazza panoramica dell’hotel.
Verso le 15 abbiamo deciso di partire per fermarci un attimo nel paesino di Siusi. Molto grazioso, ma davvero piccolo. La prossima volta visiteremo Castelrotto, che mi pare sia un po’ più grande.

Alpe di Siusi, come arrivare

alpe-di-siusi-seiseralm-panorama

 

Per arrivare all’Alpe di Siusi si prende l’autostrada A22 del Brennero e si esce a Bolzano Nord.
Seguite sempre le indicazioni per l’Alpe.
Appena passato il paesi di Siusi, continuare a seguire per l’Alpe fino a quando troverete un bivio sulla destra che indica S. Valentino. Prendete questa strada e fermatevi al capanno della forestale sulla destra (prima della rotonda) per farvi rilasciare il permesso per continuare il percorso. Infatti dalle 9 alle 17 non è possibile circolare. Solo chi soggiorna negli hotel in loco può farlo, previo apposito permesso.

Per informazioni sui costi aggiornati dello skipass, potete consultare il seguente sito:

http://www.seiseralm.it/it/inverno-alto-adige/comprensorio-sciistico/skipass.html
gita in slitta trainata dai cavalli € 45,00 per 1 h.
Gli slittini vengono noleggiati a Compatsch. A noi lo ha dato gratuitamente l’hotel.
In media i costi si aggirano sui 7/10 € al giorno.

Link utili:
www.alpedisiusi.info/it
L’Alpe in famiglia, tante idee e consigli su cosa fare con i nostri bambini
www.alpe-di-siusi.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »