Anguilla, Caraibi: come arrivare e contenere i prezzi

Anguilla, come arrivare

Parlare di Anguilla low cost mi sembra anacronistico. Al momento non è possibile.

I suoi prezzi non contemplano ancora questa formula. Ciò che è possibile fare, ed è anche una parte del ‘motto’ del mio sito è risparmiare.
Andiamo con ordine.
Anguilla si raggiunge dall’Italia tramite Air France (via Parigi), KLM (via Amsterdam), British Airways (via Londra) Air Caraibes (via Parigi Orly). Si atterra a St. Martin, un’isola metà francese e metà olandese, dove l’euro è moneta ufficiale.

Il volo può costare parecchio, ma se vi muovete per tempo ( anche 10 mesi prima) ed andate in bassa stagione (da maggio a novembre)potete trovare tariffe relativamente convenienti, intorno ai 600€ a persona a/r.
Una volta giunti a St. Martin, il modo più economico per raggiungere il porto dall’aeroporto è prendere un taxi ($ 25,00 o € 25,00). Se siete solo in 2 forse costa un po’ meno.
Il ferry (pubblico) per Anguilla parte ogni 45 minuti e la durata del trasferimento è di 20 minuti. Al porto si paga una tassa di 5$ o 3€ a persona e bimbi dai 12 anni in su, oltre al costo del ferry che è di 20$ per adulto e 10$ per bambino fino agli 11 anni, one way.

Per chi volesse ‘viaggiare’ più comodo, ci sono anche delle imbarcazioni private che curano il trasporto da St. Martin ad Anguilla partendo da alcuni moli vicino all’aeroporto. Il costo è notevolmente diverso, ma vi lascio alcuni nominativi: Calypso Charters, GB Express Ferry Anguilla.

Una volta giunti sull’isola, se avrete bisogno del taxi per raggiungere la struttura di soggiorno, sono altri 20$. Insomma in 1h si spendono circa 100$ tra taxi, tasse e ferry…e la vacanza deve ancora cominciare (capite perchè usare il termine low cost non è appropriato??).
Inoltre ritengo utilissimo menzionare, anche perchè io non l’ho letto da nessuna parte, che quando si riparte da Anguilla per St. Martin, oltre al costo del traghetto, vi sarà richiesta una tassa di $21,00 per adulto e 17$ per bimbi al di sotto dei 12 anni, quale tassa di soggiorno o qualcosa di similare, e va pagata in contanti, quindi, ricordate di tenere i $ che vi servono da parte.

Come già anticipato nell’articolo precedente, conviene noleggiare un mezzo. Vi lascio questo link che raggruppa diverse aziende:
Anguilla – Rent a Car

Anguilla, dove dormire risparmiando

La scelta dell’alloggio è un buon punto di partenza per risparmiare due soldini. Quindi lasciamo da parte i resort più blasonati e buttiamoci sulle guest house gestite dai locali.
Noi ci siamo trovati benissimo al Nature Gardens, una casa con 4 appartamenti. In uno abita Rhon, il proprietario (dire disponibile non rende l’idea), mentre gli altri 3 sono affittati a turisti, molti dei quali italiani! Il costo a notte per 3 persone per un appartamento con 1 camera da letto, bagno, sala e cucina (entrata indipendente) è stato di 150$ (circa 135 €). Si trova a 5 minuti di cammino dalla spiaggia di Rendezvous Bay, una delle più belle. Rhon ci ha procurato anche l’auto per 35$ al giorno.

Mi ero informata anche dal Carimar e dal Rendez-vous Bay Hotel & Villas, ma i prezzi erano notevolmente più alti: € 250,00 per un appartamento vista giardino nel primo ed $ 300,00 per uno vista mare nel secondo (sono solo vista mare). Ammetto che la lusinga del mare fuori dalla porta è stata forte da domare, ma ho preferito risparmiare quei 100 $ al giorno per una buona cena o un’escursione.
Di seguito il sito delle guest house di Anguilla. Ce ne sono di tutti i prezzi. Quello che vi consiglio è di rimanere in posizione abbastanza centrale in modo che siate comodi a raggiungere tutte le spiagge, anche se, diciamocelo, l’isola è lunga solo 26 km…
Inns.ai

Anguilla, dove mangiare

Altro tasto dolente è il cibo. I ristoranti sono esosi, un piatto di pesce costa sui 28$ ai quali vanno aggiunti il bere ed il 15% di servizio. Insomma, se fossimo andati a mangiare fuori in 3 tutte le sere avremmo speso circa 90-100$ al giorno solo per il pasto serale.
Quindi ci siamo fatti suggerire da Rhon dove andare per mangiare bene senza rimetterci lo stipendio.
Avendo l’appartamento abbiamo sempre fatto colazione in casa. Inoltre, a 5 minuti d’auto avevamo il Best Buy, un grande supermercato dove poter acquistare un po’ di tutto. I prezzi sono più alti che da noi (esempio 1 lt d’acqua si aggira sui 55 cent), ma è sicuramente un buon modo per risparmiare qualcosa.

Purtroppo molti prodotti sono in stile americano, con coloranti e schifezze varie. Non vi dico cosa costa l’olio d’oliva…però siamo sopravvissuti.
Siccome io amo cercare di seguire le abitudini degli abitanti del luogo, ad Anguilla c’è un’usanza molto radicata, quella di fare il barbeque.

Tutti i venerdì e sabato (ma anche il giovedì ed in altra stagione anche altri giorni) troverete gente che griglia in ogni dove. Alcuni lo fanno in famiglia, altri sono più o meno dei ristoranti all’aperto dove si può acquistare take away o cenare sul posto.

Noi siamo stati al B&D BBQ, vicino a Meads Bay. Un bel piatto di costine con patate fritte ed altra verdura costa sui 10$. In tutto con anche il bere abbiamo speso 36$ in 3. Si può fare!

Altra soluzione: il Blanchard Beach Shack. Anche di questo ho già parlato nell’altro articolo. Per me il posto più bello, ma chiude alle 20,30 eccetto la domenica che addirittura smette alle 17.00. Anche qui con 35-40$ mangiate in 3 in uno scenario da favola.
Se volete pasti veloci da consumare a pranzo, vi consiglio di andare da Nico’s a The Valley, anche se ho trovato migliore la qualità al Coconose, sulla strada per il porto. Dicono che il loro pollo fritto sia divino…noi non siamo riusciti ad assaggiarlo, ma quello al forno con le patate era molto buono. Costo 8-10$ a porzione.

Vicino al Coconose troverete il Fish shack bar & Grill. Si griglia carne e pesce. Non l’abbiamo provato, ma ce lo ha consigliato il nostro padrone di casa, quindi penso proprio che ne valga la pena ed i prezzi siano buoni.
Per una serata più importante invece, dove vi volete permettere di spendere quei 100$ (se siete in 2 anche meno) allora vi consiglio E’s Oven, sulla strada principale che da Rendezvous porta a Sandy Ground. Ci troverete qualche turista e molti locali che acquistano take away. Abbiamo mangiato molto bene, ed il locale era proprio carino. Anche il Tasty’s dicono che sia valido, ma noi non l’abbiamo provato.
Durante le escursioni, abbiamo mangiato con il catering gestito da Johnno’s (anche ristorante a Sandy Ground) e dal ristorante su Sandy Island. Ottimi piatti a base di pesce in entrambi i casi. I prezzi sono sempre sui 22$ per piatti a base di pollo e 26-30$ per il pesce. Ad eccezione per l’aragosta, che ha un prezzo a parte che noi non abbiamo neppure preso in considerazione.

Raccomando sempre a tutti, specie se vi recate così lontano da casa, di fare un’assicurazione di viaggio, che copra le spese mediche ed eventuali rientri anticipati.
Noi per questo viaggio abbiamo usato la Columbus, ma ce ne sono altre sempre molto affidabili:
Viaggi Sicuri (da acquistare non oltre le 48 ore dall’acquisto del volo)
Axa Insurance
Allianz

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »