Le Pozze Smeraldine sono una delle attrazioni più belle

e particolari di tutto il Friuli Venezia Giulia.
In genere, quando si mettono in lista le cose che si vogliono vedere nel corso di un viaggio, si cercano sempre anche le informazioni per raggiungerle.

Visto che noi in prima battuta ci siamo sbagliati ed abbiamo raggiunto un altro posto, ho pensato di fare un articolo pratico su come arrivare alle Pozze Smeraldine senza sbagliare.

Pozze Smeraldine, come arrivare

Comincio col dirvi cosa NON fare: puntare su Google Maps ‘pozze smeraldine’ perchè vi porterà in un altro luogo, sempre molto bello, ma non sarà dove volevate andare.

Infatti noi abbiamo raggiunto la spiaggia ‘la gessa’, direi che il nome sia questo, in corrispondenza di un’area camper e di un piccolo punto di ristoro. La zona è molto bella comunque, io vi ho fatto pure il bagno, ma si trova a valle delle famigerate e meravigliose pozze.

Quindi vi consiglio di puntare su Google ‘parcheggio pozze smeraldine’. Così arriverete ad un’ampia area sosta a pagamento, poco distante dalla particolare chiesetta del paese Forni di Sopra.

Da qui, arriverete al luogo di vostro interesse in circa 30 minuti di cammino. Ho visto che sarebbe possibile percorrere ancora un altro pezzo in auto, ma in teoria la strada sarebbe riservata ai residenti. Non so se, magari in bassa stagione, sia possibile utilizzarla oppure no.

Il percorso è molto agevole e non è necessario indossare scarponcini da trekking. Io per esempio avevo le Birkenstock, altri erano in infradito, altri con scarpe ginniche. C’è un po’ di tutto, ma la cosa importante è che la tenuta può essere tranquillamente ‘da spiaggia’.

Una volta raggiunte le pozze potete scegliere se scendere subito e trovarvi il vostro posto in riva alle acque color smeraldo, oppure proseguire per il sentiero, per vedere il luogo nel suo completo splendore dall’alto.

Noi ci siamo fermati un’oretta, essendo arrivati a metà pomeriggio, quindi abbiamo preferito prima goderci il panorama con il sole ancora abbastanza alto, e poi scendere in una piccola spiaggia, tramite un sentiero che troverete dopo la cascata, sulla sinistra.

Alla fine arrivare alle pozze smeraldine è semplice, essendo anche un luogo molto turistico. Infatti, già in paese troverete le indicazioni per il parcheggio. Noi, cercando sempre di avvicinarci il più possibile, abbiamo dato fiducia a Google, ma non è la prima volta che ci porta fuori strada.

Un altro consiglio che mi sento di darvi è questo: se andate fuori stagione, scegliete le ore centrali della giornata e possibilmente un dì soleggiato, così i colori rendono il massimo. In alta stagione, le pozze sono veramente gremite. Noi siamo andati a metà pomeriggio, quando già parecchie persone stavano tornando a casa.

In questo modo ho potuto fare foto ‘più pulite’, i colori erano comunque ancora eccezionali, ed abbiamo trovato posto in spiaggia.

E’ comunque importante dire che, più le giornate si accorciano, più il sole cala prima ed in fretta sulle pozze. Quindi, andarci alle 16 del pomeriggio a settembre potrebbe essere tardi. Essendo comunque bassa stagione, ci sarà molta meno gente e potrete regalarvi una bella giornata ‘di spiaggia’ nell’entroterra friulano.

La zona è incontaminata. Non ci sono bar o attrezzature di sorta. C’era chi aveva il materassino, perchè le acque, anche se molto fresche, sono calme e pulitissime.

Visto l’ora tarda non ho voluto bagnarmi, ma è stato un vero peccato, perchè il posto, non mi stancherò mai di dirlo, è di una bellezza eccezionale.

Ecco, un altro consiglio, anzi due, che vi posso dare sono: portare scarpette da scoglio e magari una muta, visto la bassa temperatura delle acque.

Per il resto, godetevi la giornata al massimo, in uno dei luoghi più belli della nostra Italia. E vi assicuro che non esagero. Le foto parlano da sole.

Vuoi visitare il Friuli? Ti lascio il link dell’ente del turismo!

www.turismofvg.it

Se invece sei alla ricerca di altri posti italiani dalla bellezza straordinaria, ti lascio il mio articolo sul Lago di Sorapis 🙂

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »

Viaggiare con Laura cookie funzionali e di terze parti per il suo funzionamento. Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. clicca qui per sapere quali cookie usiamo

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi