Parigi è Parigi e non si discute. Ma i suoi dintorni sono molto suggestivi ed interessanti e, con la RER, anche facilmente raggiungibili.

Ecco alcune idee per trascorrere una giornata vicino a Parigi

Innanzitutto consiglio a tutti la Paris Visite zone 1-5. In questo modo potrete avere i trasporti già inclusi nella card.
A parte la famosissima reggia di Versailles, di cui ho già parlato nel post ‘La Parigi di Maria Antonietta’, da Parigi è molto semplice raggiungere altri meravigliosi castelli.

i dintorni di Parigi, cosa visitare

Domaine de Chantilly

Era quello che maggiormente mi appassionava. Potete prendere la RER D oppure il treno (è più veloce) dalla Gard du Nord. Entrambi i percorsi sono inclusi nella Paris Visite. Una volta giunti alla stazione del paese, dovete prendere l’autobus che porta direttamente al castello. Chiedete pure agli autisti se non trovate indicazioni. Non sanno molto l’inglese, ma ci si fa capire.

 

Dimenticavo di specificare che il bus per il castello è gratuito e ad orari prestabiliti.
L’ingresso ai giardini, senza visita degli interni (dove è ospitato il museo Condé, uno dei più importanti di Francia) costa 8,00 € per adulto. I bimbi accompagnati da un adulto entrano gratuitamente.
Per tutte le altre tariffe potete consultare il sito Chateau de Chantilly – tarifs
Il museo è aperto tutto l’anno.
Questo splendido castello fu distrutto quasi completamente durante la Rivoluzione Francese.

Il suo attuale aspetto, che comunque rispecchia lo stile d’origine, lo si deve al Duca D’Aumale, uomo ricco e di grande cultura, molto amante di libri e dipinti, che nel tempo sono diventati parte delle opere esposte al Museo Condé.

Chateau de Vaux le Vicomte

Altro meraviglioso castello a mezz’ora da Parigi. Per raggiungerlo bisogna prendere il treno dalla Gare de Lyon per Melun (percorso incluso nella Paris Visite). Dalla stazione parte la navetta che per 7,00 € a persona a/r vi porta davanti al castello (che si trova in aperta campagna). I bimbi pagano la metà. In alternativa potete prendere un taxi, che però è molto più dispendioso…la navetta in genere parte 15 minuti dopo l’arrivo del treno. Noi però l’avevamo persa e quindi abbiamo diviso la spesa del taxi con un altro turista.

 

Anche qui, abbiamo visitato solo i giardini. Di castelli, in Europa ed in particolare in Francia, ne ho visti davvero tanti. A parte Versailles, che ho voluto rivedere per la mia grande passione verso il personaggio storico di Maria Antonietta, gli altri mi rimangono abbastanza anonimi. L’entrata costa 8,00 € a persona (anche i bambini). E’ un castello privato. Ogni sabato sera, durante i mesi estivi, è organizzata una serata con tutti i giardini illuminati da migliaia di candele…deve essere spettacolare. Se ne avete la possibilità, non perdetevela! Inoltre, sono organizzate attività di intrattenimento per bambini ed è possibile noleggiare per loro vestiti tematici, quali quelli da damigella o cavaliere.

una giornata all’EuroDisney – come arrivare da Parigi

Per chi ha bambini o semplicemente ama divertirsi e vivere per uno o più giorni come in una favola, imperdibile è Eurodisney. Il parco si raggiunge comodamente con la RER A direzione Marne la Vallée – Chessy. Il tragitto dura circa 40 minuti ed il treno è spesso pieno in alta stagione. Mettetelo in conto.

 

I parchi sono due: gli Studios ed il parco Disney. Le entrate possono comprendere l’ingresso ad uno o più parchi, per uno o più giorni. Le iniziative sono sempre tante. I prezzi più convenienti però io li ho trovati su questo sito Billet francilien.

Inutile dire che tutto è perfetto. Negli studios molte attrazioni sono più indicate per un pubblico adulto, mentre il parco Disney è perfetto per tutte le età. La parata delle 19 di sera è bellissima, ma quella di chiusura, con tanto di fuochi artificiali è stata da pelle d’oca. I bimbi si erano messi a piangere perchè avrebbero voluto vivere dentro al parco…come biasimarli!!!

 

Che magnifica serata, la magia correva sulla pelle!

Rimanendo in tema parco gioco, ricordo che nei dintorni di Parigi, c’è anche il parco di Asterix, che però noi non abbiamo visto.
Qui il link Parc Asterix

Infine, cambiando genere, con grande rammarico per il poco tempo, non siamo riusciti a visitare la casa di Monet, a Giverny, a circa 80 km da Parigi. Il parco dicono che sia stupendo, soprattutto il famosissimo giardino delle ninfee.
Vi lascio il link Fondation Monet e vi saluto con una foto di questo splendido giardino, che terrò come scusa per ritornare in questi luoghi pieni di fascino.

giverny giardino Monet

Foto Flickr di Aaron Perkins

1 Comment

  1. lalunadianna ha detto:

    Ciao Laura!
    Ho scoperto il tuo bel blog perchè hai usato la mia foto dei giardini di Monet.
    Complimenti! Bellissimi viaggi e bellissime foto.
    Leggendo il tuo profilo ho visto che abbiamo in comune la passione di crearci da sole i nostri viaggi su misura. Mi farebbe molto piacere che qualche volta visitassi il mio blog per scambiarci opinioni ed esperienze

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »