La Fortezza di Kufstein ed il suo organo

Il mio ultimo viaggio in Austria mi ha portato alla scoperta
di una porzione di Tirolo

e più precisamente della regione Kufsteinerland. Punto di partenza di tutto ciò che ho visitato è stato il grazioso borgo di Kufstein, tra le piccole città storiche d’Austria, nota principalmente per il suo castello.

Arroccato in posizione panoramica, permette una bellissima vista su tutto l’abitato ed è famoso per il suo enorme organo all’aperto.

Vediamolo nel dettaglio.

La Fortezza di Kufstein e l’organo degli eroi

Il maniero viene menzionato per la prima volta in un documento del 1205, quando apparteneva al Duca di Baviera. Teatro di numerosi eventi bellici, passa sotto il Tirolo nel 1342, quando Ludovico di Brandeburgo sposa Margherita Boccagrande, duchessa della regione.

fortezza-kufstein

In realtà Kufstein e la sua fortezza vennero a lungo contesi fra Baviera e Tirolo, fino a quando furono conquistate da Massimiliano I d’Asburgo ed annesse all’impero. Per 300 anni rimasero austriache, a parte una breve parentesi di un paio d’anni. Agli inizi del 1800 però, durante le campagne napoleoniche, tutto il Tirolo venne annesso alla Baviera.

Solo nel 1814 divenne stabilmente austriaco, mentre la fortezza di Kufstein fu venduta alla città nel 1924 e da allora aperta al pubblico.

La visita parte dalla base della funicolare che poi vi porterà proprio nel cuore del castello/fortezza. Ogni giorno alle ore 12 (a luglio ed agosto anche alle ore 18), suona l’organo degli eroi. Vengono suonati 4 brani, in memoria di tutti coloro che hanno partecipato alle grandi guerre.

Si può sostare nel piazzale, sotto la tettoia appositamente costruita, per poter assistere a questo breve ed unico concerto.

L’organo è il più grande al mondo fra quelli all’aperto ed il suo suono può essere avvertito anche a 10 km di distanza! Non è per niente facile suonare questo strumento, non solo per i tanti tasti presenti (sembra una cabina d’aereo…), ma anche perchè il suono non è immediato con la pigiatura del tasto, ma arriva dopo.

Durante la visita alla fortezza di Kufstein, prendendo la funicolare o salendo tramite un passaggio pedonale risalente in prima costruzione alla metà del ‘500, potrete vedere l’organo dall’interno.

Si trova nella Bürgerturm, risalente alla seconda metà del XV secolo. L’organo è custodito qui dal 1931 e nel 2009 è stato sottoposto ad un’importante restaurazione ed ampliamento.

E’ veramente gigantesco, rimarrete sinceramente impressionati.

pozzo-profondo-fortezza-kufstein

Salendo verso le mura di cinta arriverete alla parte più alta del castello, dove troverete anche un’osteria, il museo (aperto solo nella stagione estiva) e la torre dell’Imperatore con le prigioni. Quest’ultima è risalente al 1518/20 ed ora ospita un museo con la ricostruzione di alcune celle ed un’esposizione temporanea.

Una cosa che mi ha particolarmente impressionata è il ‘pozzo profondo’. Anch’esso risalente alla prima metà del XVI secolo, si trova più o meno in zona organo ed è profondo quasi 60 m! Provate a gettarvi un po’ d’acqua dentro…dovrete aspettare al lungo per sentirla arrivare al suolo!

Durante la stagione estiva, Kufstein è una cittadina molto vivace ed ospita all’interno della sua fortezza, eventi molto importanti anche a livello internazionale. Il luogo adibito a questo è la Festungarena, nella Josefsburg, menzionata per la prima volta nel 1675.

Prezzi ed orari d’ingresso

La fortezza è aperta ogni giorno. Orari e prezzi variano a seconda della stagione e vi sono riduzioni per gruppi, bambini e ragazzi dai 6 ai 25 anni.

Troverete tutte le informazioni direttamente consultando questa pagina del sito: Fortezza di Kufstein: orari e prezzi

Dalla prossima estate però ci sarà una novità. Per tutti coloro che entreranno in possesso della Kufsteinerland-card, data gratuitamente a chi soggiorna nella regione, l’ingresso alla fortezza di Kufstein sarà free.

Sei curioso di conoscere meglio il paese di Kufstein?

Ne parlo qui:

Kufstein, cosa vedere nella cittadina tirolese

Link utili:

www.festung.kufstein.at

www.kufstein.com

Visita effettuata in collaborazione con

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »