Cotswolds, come arrivare…ed altre informazioni

Dopo aver dispensato consigli su cosa vedere nelle Cotswolds, scrivendo minuziosamente i nostri itinerari,

ora passo ai dettagli tecnici per l’organizzazione di un viaggio in quest’area, cercando di fornirvi tutte le indicazioni più importanti.

Cotswolds, come arrivare

Pur distando appena due ore da Londra, penso che il modo giusto per visitare questa ‘regione’, sia quello di soggiornarvi qualche giorno.

Perciò vi consiglio di atterrare a Bristol, distante meno di un’ora da Bath, città dalla quale si può partire per la visita delle Cotswolds.

Sia Easyjet che Ryanair collegano la città ai principali aeroporti italiani.

Vi consiglio di acquistare il volo con alcuni mesi di anticipo, per riuscire a spuntare le tariffe migliori.

La nostra esperienza: volo Easyjet Pisa-Bristol 30-apr 3-mag € 150,00 in 3, acquistato ad ottobre.

E dopo i consigli su come arrivare nelle Cotswolds, esaminiamo come è meglio muoversi in questa fantastica zona.

cotswolds come arrivare

Per essere il più liberi possibile, l’auto a noleggio è la scelta migliore, ma non dimenticate di assicurarvi completamente, perchè la guida a sx vi coglierà un attimo impreparati.

La nostra esperienza: noleggio acquistato dall’Italia tramite Rentalcars.com – Costo con assicurazione completa intorno ai 170,00€

Acquistate l’assicurazione dall’Italia perchè in loco vi costerà di più.

Altri siti  su cui noleggiare l’auto (e verificare il prezzo più competitivo):

Autoclickrentacar IT

AutoEurope Italy

Avis

Budget IT

EuropeCar IT

A parte Stratford Upon Avon (che Cotswolds non è più) e Cirencester, noi abbiamo sempre parcheggiato gratuitamente.

Se per questioni vostre personali deciderete di utilizzare i mezzi pubblici, da Bristol via treno potete raggiungere Stroud o Gloucester e poi muovervi con i bus.

Vi lascio questo opuscolo online, davvero molto esaustivo, con tutte le linee ed i paesi raggiungibili con i trasporti pubblici: www.cotswoldsaonb.org.uk/explore-booklet.pdf

Cotswolds, dove dormire

Trovare un punto centrale vi permetterà di muovervi senza percorrere grandi distanze e la vostra vacanza sarà davvero rilassante.

Vi consiglio la zona intorno a Cirencester, oppure più a nord, dove siamo stati noi, a Bourton on the Water.

Se potete scegliete un cottage, per calarvi anima e corpo nel british style.

Questo è il luogo dove abbiamo soggiornato: Captain’s Cabin.

E’ molto romantico, ma può ospitare fino a 3 persone.

E’ praticamente in centro paese, alla fine di una via residenziale molto graziosa e silenziosa.

Lo trovate sia sui portali di prenotazione che scrivendo direttamente alla struttura e risparmiando di spendere anche per le commissioni sui siti.

Peter, il proprietario, è una persona molto seria e corretta, sempre disponibile.

Anche se gestisce tutto da Londra, vi posso assicurare che è presente come se abitasse a Bourton.

Io sono rimasta molto contenta e vi consiglio questo cottage caldamente.

La nostra esperienza: 3 notti in solo pernottamento £ 258,00 (circa 300€)

Se il budget non è un vostro problema, regalatevi qualcosa di davvero speciale soggiornando a Barnsley House, vicino a Cirencester. Io me ne sono innamorata. Ne parlo approfonditamente qui:

La campagna inglese più bella: visita a Barnsley House

L’ultima notte l’abbiamo passata a Lacock, ma non mi ha soddisfatto particolarmente, anche se la location era ottima ed i proprietari molto gentili.

cotswolds dove dormire damson cottage lacock

Damson Cottage – Lacock

Sono rimasta invece molto colpita da questa struttura, dove abbiamo cenato divinamente: il Pear Tree Inn.

Possiamo definirlo un ‘agriturismo british style’, un luogo bucolico e leggermente raffinato, dove penso che soggiornerò la prossima volta che mi recherò in quelle zone.

Vi lascio il link ed alcune foto –> www.peartreewhitley.co.uk

Foto di proprietà di Thatch Cottage Lacock

 

Un altro luogo perfetto per un soggiorno nelle Cotswolds è il Thatch Cottage, sempre vicino a Lacock.

E’ solo per due…conosco gente che c’è già stata e si è trovata molto bene.

Sono luoghi meno centrali di Bourton e Cirencester, ma fateci comunque un pensierino…

 

Se preferite affidarvi ai maggiori portali di prenotazione, vi lascio comunque alcuni link:

Booking.com

Hotels.com IT

Cotswolds dove mangiare

Sicuramente al Pear Tree Inn, se vi trovate in zona Lacock.

Invece se siete più a nord, ci siamo trovati bene (ma non come al Pear Tree) a Stow on the Wold, al pub ‘The Bell’.

Anche qui potete soggiornare.

La nostra esperienza: prezzo medio a persona, in entrambi i casi £ 15/16,00

Essendo in appartamento siamo riusciti a contenere i costi, mangiando in casa due sere, e prendendo una volta il fish & chips.

cotswolds itinerario stow on the woldil rito del thè delle 5

I primi giorni non riuscivo ad azzeccare l’orario per sedermi con calma in una tearoom.

Dico, se dev’essere il thè delle 5, perchè a quell’ora chiudono tutte???

Insomma, se volete gustarvi una buona tazza di thè, accompagnata da scones, sandwiches o anche solo da una fetta di torta, dovete recarvi nelle tearooms entro le 16,30.

Quindi sfatiamo questo mito perchè nelle Cotswolds è quasi impossibile riuscire a trovarne una aperta dopo tale orario.

Dove andare?

Noi ne abbiamo provate solo due, ma ce ne sono ovunque e per tutti i gusti:

Diversitea a Cirencester e The Bridge a Bradford on Avon (non è più area Cotswolds).

Quest’ultima è una favola, in tutti i sensi….

Valuta e prese elettriche

La sterlina è da sempre più forte dell’euro e l’Inghilterra è più cara.

Prima di arrivare nelle Cotswolds, scambiate in Italia una piccola cifra in contanti (vedete voi in funzione delle vostre esigenze) ed in loco cercate di pagare sempre con carta di credito. In questo modo il cambio sarà molto più favorevole.

In alcuni uffici postali, risulta conveniente più che in banca cambiare valuta, ma nel mio caso è stato disastroso: un cambio di 0,76, contro lo 0,86 applicato in Italia e dalla mia carta di credito.

Il contante che vi rimarrà (se vi rimarrà), non ri-scambiatelo in Italia, perchè le commissioni sull’acquisto da parte delle banche sono altissime. Piuttosto tenetelo, in vista di un viaggio futuro. Tanto mica vanno da male 😉

Le prese elettriche inglesi sono diverse dalle nostre. Vi serviranno uno o più adattatori.

A volte, le strutture più grandi ne hanno uno in camera. Nel mio caso però, non ne ho mai trovate.

Assicurazione di viaggio

Ultimo ma non ultimo argomento di questo articolo informativo sulle Cotswolds e come arrivare, è questo.

Mai partire senza un’adeguata copertura assicurativa.

Anche se la TEAM ci copre in molti casi (per quanto riguarda la salute e le cure mediche), tanti sono i motivi ulteriori per viaggiare tranquilli.

Di seguito vi lascio alcune compagnie con le quali poter stipulare la polizza giusta per le vostre esigenze:

Allianz Global Assistance

Columbus Direct Italia

ERV Italia – protezione viaggi

Viaggisicuri

La nostra esperienza: assicurazione con Viaggisicuri € 38,00

Bene, direi di avervi detto tutto. Ora siete pronti per la vostra vacanza in Inghilterra, nelle splendide Cotswolds.

Come, ancora non avete letto i miei articoli?

Let’s scroll down e leggili tutto d’un fiato!

 

 

 

 

 

 

2 Comments

  1. Andrea Parmeggiani ha detto:

    Ciao Laura, ho scoperto da poco il tuo blog ed è molto interessante.
    Complimenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »