Pale di San Martino: escursioni per principianti

Le nostre escursioni alle Pale di San Martino

sono state come un saluto all’estate, un ultimo week end più o meno spensierato prima di una stagione autunnale diversa dal solito.

L’abbiamo deciso così, su due piedi, giusto un paio di giorni prima. Il fattore meteo per la montagna è fondamentale.

Così, in un pomeriggio, ho prenotato hotel e malga per la cena, oltre a selezionare un paio di semplici itinerari per due principianti quali siamo.

Solo due parole sul perchè ho scelto le Pale piuttosto che un altro gruppo dolomitico. Avendo due giorni a disposizione viaggio incluso, ho cercato un luogo circoscritto, un gruppo a sè stante comodamente raggiungibile da un paese ben servito e grazioso.

San Martino di Castrozza era perfetto e le Dolomiti qui, anche se Trentino, hanno cime imponenti.

Pale di San Martino: escursioni per principianti

Ecco di seguito quello che siamo riusciti a fare nelle nostre 28 ore effettive a disposizione.

Lago Rosalpina e Malga Ces

Prima di tutto devo ringraziare anche Instagram, perchè alcuni luoghi sono stati ispirati proprio dalle foto viste casualmente sul social. Per quanto molti profili siano gonfiati da bot e tanta sia l’apparenza, IG può davvero aiutare nell’organizzare una vacanza, facendo scoprire chicche poco conosciute, ristoranti con vista ed hotel di charme.

In questo caso mi ha fatto scoprire il laghetto artificiale Rosalpina.

Onestamente non so dirvi più di tanto su questo piccolo bacino d’acqua. Non so nemmeno a cosa sia dovuta quella striscia quasi fluorescente che compare ordinata fra le sue acque. Però è un luogo affascinante, da cui vedere bene le Pale e nei pressi di una delle malghe più frequentate del posto.

Noi, visto il poco tempo a disposizione, abbiamo raggiunto il lago in auto, parcheggiando gratuitamente nello spiazzo a fianco ad un impianto di risalita già chiuso.

A fianco, un ampio prato dove pascolavano liberi 3 cavalli neri a dir poco stupendi. In circa 10 minuti a piedi, ma raggiungibile anche in auto, si arriva alla malga, che si presenta con un ampio spazio esterno, un accogliente ambiente interno, alcune baite, un parco giochi per bimbi ed una decina di sdraio dove accoccolarsi per godere la splendida vista sulle montagne.

Purtroppo nel nostro caso erano parzialmente coperte, ma non importava. Il luogo era ed è comunque idilliaco.

Dopo un ottimo strudel ed un succo di mele, abbiamo passeggiato nei dintorni, imbattendoci in un gregge di pecore, con al seguito dei tenerissimi agnellini.

Me li sarei spupazzati tutti se non fosse che le loro mamme erano davvero guardinghe e protettive, come è giusto che sia!

Insomma, in un paio d’ore abbiamo visto pecore e cavalli in semi-libertà, paesaggi meravigliosi…il nostro week end era cominciato ottimamente!

Ci rechiamo all’hotel per lasciare i bagagli e riposare un po’ (alla fine tutti i dettagli). La posizione è centralissima e la nostra camera aveva una fantastica vista sulle Pale di San Martino. Altra cosa non trascurabile, il parcheggio, comodo a fianco dell’hotel.

Passo Rolle e Capanna Cervino

Avendo prenotato la cena al rifugio Capanna Cervino (2084 m), proprio sotto le cime, abbiamo deciso, visto anche la bella giornata, di recarci in zona dopo le 18, quando la strada forestale viene aperta a tutti. Non siamo dei camminatori e questo l’ho già sottolineato, ma anche il poco tempo a disposizione ci ha imposto di affrettare un po’ le cose.

Ci siamo fermati comunque in più punti, per ammirare con calma la bellezza del paesaggio, abbracciato dalla calda luce del sole  calante. Da Capanna Cervino, a piedi, in circa 20 minuti si arriva alla baita Segantini.

E’ possibile il pernottamento. Sincerarsi del periodo di apertura al numero 340 0747643. E’ gradita la prenotazione anche al ristorante, specie la sera.

Escursione alla Baita Segantini (2200 m)

Questo posto è una favola, ti pare di toccare i monti con un dito.

Vi si arriva tramite la comoda strada forestale (dal 14 settembre aperta tutto il giorno), oppure un sentiero che parte da Passo Rolle e passa prima per Capanna Cervino e poi arriva alla baita.

Il miglior modo è sicuramente quello di raggiungerla a piedi, perchè i luoghi sono talmente belli che vanno gustati con lentezza. Quella sera, arrivando al tramonto abbiamo visto i bovari richiamare le mucche, che pian piano si radunavano a valle, facendo risuonare i loro campanelli nell’aria.

Da una parte il sole che tramontava su un piccolo laghetto a fianco della baita e dall’altro l’enrosadira che debolmente si manifestava sui monti.

Uno spettacolo a dir poco elettrizzante di cui sono tutt’ora grata. Più invecchio e più percepisco l’essenza delle cose semplici, non artefatte e mi sento in sintonia con la natura.

Lo stesso percorso lo abbiamo fatto il mattino seguente, anche se le Pale erano contro sole. Dalla baita Segantini parte anche un bel percorso trekking che porta al Cristo Pensante, uno dei sentieri più belli di questa zona. Noi per questioni di tempo, ma anche perchè non attrezzati a dovere, non l’abbiamo fatto.

E finalmente, proprio qui, alla fine di questa folle estate rimediata un po’ all’ultimo minuto, ho potuto vedere da vicino le mie amate muccone grigie, che tanto inseguii a giugno in Alta Badia.

Incuranti delle persone, pascolano ovunque, a fianco dei tavoli della baita, sui sentieri e non si fanno mancare un bagno nel lago! Tra l’altro, se per caso ti trovi sul loro percorso, non esitano a farti capire che insomma…ti devi spostare! Sono troppo simpatiche! Ma attenzione a non avvicinarsi troppo o a toccarle perchè spesso non hanno piacere. Sono comunque animali territoriali e lo loro stazza non è indifferente.

Escursione alla Malga Crel

Un’altra bella escursione nei pressi delle Pale di San Martino, semplice ed adatta anche a famiglie, è quella alla malga Crel. Parcheggiando nei pressi del parco Agility Forest, si prende la forestale che nel giro di circa 1h vi porterà a 1600 m di altitudine, in questo luogo idilliaco proprio di fronte al gruppo montuoso più esteso delle Dolomiti (lo sapevate?? 😉 ).

Alla malga si può mangiare proprio vista monti, all’interno o sotto il pergolato. Noi chiaramente abbiamo preferito rimanere nel punto più aperto, visto la splendida giornata e la vista, nonostante le nuvole che parzialmente coprivano le cime.

A farci compagnie galline, galli e 3 simpaticissime oche, che tanto mi hanno ricordato quelle degli Aristogatti 😀

Alla malga si può arrivare anche con un percorso più bello, ma più lungo ed impegnativo, parcheggiando nei pressi del Lago di Calaita.

Ulteriori escursioni per chi avesse più tempo

Alpe Tognola ed il Balcone sulle Dolomiti

La cabinovia è aperta fino al 20/09, più nei week end successivi, fino all’ 11/10.

Il costo per un biglietto di a/r per adulto è di € 17,00. Una volta scesi dalla cabinovia, in circa 15 minuti di cammino raggiungerete il Balcone panoramico sulle Dolomiti, la cui vista spazia dalla catena del Lagorai fino alle Pale. La zona è raggiungibile anche a piedi in circa 2 h di cammino, prendendo il sentiero Panzer dal paese di San Martino di Castrozza.

Si può anche decidere di prendere la cabinovia solo in andata (€10,00 per adulto), godersi la vista dal balcone, rinfocillarsi in una delle malghe sull’Alpe Tognola e poi scendere per il sentiero.

Telecabina Colverde + Funivia Rosetta

Il modo più veloce per avvicinarsi il più possibile alle Pale di San Martino è quello di prendere gli impianti Colverde+Rosetta, proprio appena fuori dal centro di San Martino, andando verso Passo Rolle. Anche in questo caso gli impianti sono aperti i week end fino all’11 ottobre.

Il costo di a/r per l’utilizzo di entrambi gli impianti è di € 50,00 per adulto. Chiaramente se avete più giorni vi conviene fare come solito un abbonamento, anche se, ora che è bassa stagione, non so quanto possa essere il risparmio effettivo.

Noi abbiamo preferito non utilizzare nulla di tutto ciò. I panorami sono bellissimi anche da dove li abbiamo visti noi ed il costo è pari a zero.

La zona delle Pale di San Martino ci è piaciuta molto perchè è tutto concentrato in poco spazio, ben raggiungibile ed i panorami sono stupendi ovunque, anche senza fare scarpinate di ore. Quindi la zona è super consigliata anche alle famiglie con bimbi piccoli.

Malga Juribello

Ero indecisa fra questa e la Malga Crel poi, visto la collocazione praticamente simile alla Baita Segantini, ho preferito l’altra, per vedere le Pale da più angolazioni.

Però un’escursione alle Pale di San Martino, passando per un pranzetto alla Malga Juribello è sicuramente un’esperienza bellissima, specie con dei bimbi. Sono organizzate giornate tematiche con il coinvolgimento delle famiglie e dei bambini. Tante le mucche al pascolo ed inoltre sono presenti anche altri animali da cortile.

Raggiungerla è agevole anche con passeggino, partendo dalla Baita Segantini, in circa 45 minuti.

E’ possibile il pernottamento. E’ consigliabile telefonare per informazioni precise sul periodo di apertura e per le prenotazioni sia al ristorante che per le camere: cell – 348 892 5841

Dove dormire a San Martino di Castrozza

Abbiamo scelto l’Hotel Centrale, famoso principalmente per il suo ottimo ristorante, che è il più grande del paese. Pernottamento e prima colazione in doppia vista Pale ad € 80,00.

A parte, al costo di 15€ complessivi, l’utilizzo della sauna a forma di botte con vista sui monti.

La struttura è a gestione familiare e sono tutti molto attenti a pulizia e sicurezza. Ottima ed abbondante la colazione, che sceglierete dal buffet, ma vi verrà data solo dal personale dell’hotel.

Non ho dubbi nel consigliarvelo caldamente.

La Fortaia (Strauben) dolce tipico alto-atesino, fatto sul momento

Dove mangiare tra San Martino e le Pale

La cena alla Capanna Cervino è stata ottima, abbondante ed economica. Posizione super, anche se di sera, col buio non si vede proprio nulla. La pace ed il silenzio però sono una delizia.

Buono anche il pranzo a base di canederli alla ricotta alla malga Crel. Prezzi sempre molto validi.

Alla malga Ces abbiamo preso solo strudel e succo di mele, ma era tutto ottimo e, visto l’alta frequentazione del posto, penso proprio che sia un posto molto valido anche come ristorante.

Link utili:

www.parcopan.org

www.sanmartino.com

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »

Viaggiare con Laura cookie funzionali e di terze parti per il suo funzionamento. Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. clicca qui per sapere quali cookie usiamo

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi