Dintorni di Modena. Camminata fra i vigneti di Castelvetro

Credetemi, i dintorni di Modena meritano buona parte della vostra attenzione.

Dopo tanto tempo, ho trovato l’occasione di recarmi sulle colline della mia amata Castelvetro, uno dei miei luoghi del cuore.

E’ zona di produzione del Grasparossa, uno dei lambruschi che maggiormente ci contraddistinguono. Quindi i vigneti sono tanti e si susseguono in modo ordinato, creando lunghi ‘biscioni’ che ora sono verdi, ma che in autunno diventeranno arancioni e rossi.

Di seguito il mio articolo su Castelvetro e la mia esperienza presso l’azienda vinicola Manicardi:

Castelvetro di Modena. Le colline più dolci della provincia

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "OK Accetta" nel banner"

Cercando sul sito di Visit Castelvetro, ho trovato proprio una camminata tra i vigneti, che parte dal centro del paese, arriva a Levizzano, tocca l’Oratorio di San Michele, per poi tornare al punto di partenza.

Dintorni di Modena – Castelvetro ed i suoi vigneti

Siamo partiti nel tardo pomeriggio in auto, seguendo il percorso più velocemente e parcheggiando di tanto in tanto per fare dei tratti a piedi. Questo perchè mi sono organizzata all’ultimo minuto. Se voi sarete più bravi di me invece, vi consiglio di percorrerlo in bicicletta, in 2 ore scarse, oppure camminando, in 4 ore.

Il percorso è lungo 12,6 km e si disloca su strade principalmente asfaltate, ma per un breve tratto anche sterrate.

Il primo tratto è in salita e vi porterà ai vigneti dell’azienda agricola Manicardi, per poi arrivare ad un punto panoramico ove lo sguardo spazierà a destra e sinistra senza decidersi su quale sia il paesaggio più bello. Vigneti ordinati in ogni dove,  assieme ad altre colture, piccoli laghetti artificiali e colline che sembrano di velluto.

Non sarà la Val d’Orcia, ma vi posso assicurare che non rimarrete delusi.

Continuando il nostro percorso su Via Poggio, arriveremo all’ingresso del grazioso borgo di Levizzano Rangone. E’ una vera chicca, che dà il suo meglio da via Sapiana, dalla quale lo vedrete nel suo insieme. E’ veramente uno splendore! Tra l’altro il paese ospita alcuni punti di ristoro di tutto rispetto, senza parlare degli agriturismi presenti, tra i più belli della nostra provincia!

So di non sbagliare nel dirvi che visitando i dintorni di Modena, dovete assolutamente passare di qua!

Finiamo il nostro percorso raggiungendo l’Oratorio di San Michele, un edificio con facciata romanica, di cui non si sa bene il periodo di costruzione. Si parla del VIII/IX secolo, ma alcuni non escludono che sia di epoche relativamente più recenti, ossia del XII secolo. Non siamo potuti entrare e l’esterno è piuttosto spoglio.

A parte la facciata ad ovest, in stile romanico, il resto non mi ha trasmesso gran chè. Però la vista chè c’è da quella terrazza è pazzesca. A parte la pace immensa, rotta solo dai rumori tipici della campagna, c’è una sensazione di armonia incredibile. Noi siamo andati verso il tramonto e non vi nego che mi sia dispiaciuto tantissimo non vedere il sole calare dietro alle vigne.

E non riesco nemmeno ad immaginare la bellezza di quel luogo in autunno, dipinto come un quadro da pennellate in toni caldi che quella stagione regala. Tornerò, ah certo che tornerò. E’ uno spettacolo imperdibile per chi abita a Modena. I suoi dintorni in questo caso sono davvero un must see!

Volto l’ultimo sguardo a quella visione perfetta, siamo tornati verso Castelvetro, borgo bandiera arancione del Touring, famosa per la sua bella Piazza degli Scacchi.

Castelvetro di Modena

Un consiglio su quando percorrere questa passeggiata: indubbiamente in tarda primavera o in autunno inoltrato, diciamo fra metà e fine ottobre. Per quanto riguarda la giornata da scegliere, sicuramente una di tempo stabile, non importa se con o senza nubi, anzi, spesso quest’ultime disegnano il cielo in modo originale.

La maggior parte dei vigneti si trova ad ovest del percorso, quindi al pomeriggio sono contro sole, ma Levizzano invece è ad est e la luce pomeridiana è perfetta.

Tra la mattina ed il pomeriggio, io sceglierei quest’ultimo, per i suoi toni caldi, magari andando verso sera per godersi uno splendido tramonto dall’Oratorio di San Michele.

Link utili: Visit Castelvetro

 

 

 

 

4 Comments

  1. Andrea Parmeggiani ha detto:

    Sono d’accordo. E’ il posto che più amo della nostra provincia.
    Ho fatto un percorso simile a piedi con la famiglia, un mese fa, dal centro di Castelvetro per via Cimitero/Poggio, panorama bellissimo.. Secondo me ha poco da invidiare questa zona alla Toscana.
    Poi per chiudere ad anello a metà si trova una strada in discesa, e volendo si può tornare a Castelvetro a mezza costa tra i vigneti. Noi invece siamo scesi fino al torrente per attraversare e tornare su via destro Guerro, questa seconda parte un po’ più noiosa. Ma è un giro che merita!

    • Laura ha detto:

      Beh il primo pezzo della passeggiata coincide. La prossima volta vai all’oratorio di San Michele, magari verso il tramonto. E’ spettacolare!

  2. Andrea Parmeggiani ha detto:

    Trovato 🙂 Poco dopo la nostra deviazione, grazie per il consiglio!

Rispondi a Andrea Parmeggiani Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »

Viaggiare con Laura cookie funzionali e di terze parti per il suo funzionamento. Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. clicca qui per sapere quali cookie usiamo

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi